MAZARA DEL VALLO: APPELLO PER LA "DIFESA DELLA VITA" E DELLA "SICUREZZA SOCIALE" DEI LAVORATORI DEL MARE” “” “

La ricerca e il recupero delle salme dei pescatori che sono morti nella tragedia avvenuta lo scorso dicembre nel Canale di Sicilia; il rispetto e il controllo sulla applicazione della normativa in materia di sicurezza a bordo; il miglioramento dei contratti di lavoro, per "ottenere orari di lavoro più consoni e salari più appropriati alle fatiche e alle molte rinunce dei pescatori". Sono le richieste principali avanzate dalla Caritas diocesana di Mazara del Vallo (Trapani), in occasione del Meeting internazionale sul futuro della pesca nel Mediterraneo che si sta svolgendo in questi giorni nella cittadina siciliana e in vista del prossimo "Tavolo permanente per migliorare le condizioni di vita dei lavoratori del mare", che si riunirà per la prima volta lunedì 29 gennaio, presso la Prefettura di Trapani. La Caritas di Mazara, in una nota, chiede inoltre al Ministro per le politiche agricole alimentari, Paolo De Castro, e al Ministro dell’agricoltura e della pesca della Repubblica tunisina, Habib Haddad, che incontrino i familiari dei pescatori tunisini dispersi. Tra i punti più urgenti da affrontare, spiega il direttore della Caritas, don Francesco Fiorino, anche quello della "difesa dei diritti sociali dei lavoratori del mare".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy