FORUM SOCIALE MONDIALE: CENTINAIA LE RELIGIOSE E I MISSIONARI, “L’AIDS IN AFRICA È ANCORA UNO STIGMA SOCIALE”

(Nairobi) Le suore bianche hanno avvolto intorno alla vita i bei tessuti colorati africani e cantano le canzoni in kiswahili accennando qualche passo di danza. Le suore africane indossano i vestiti stampati delle loro terre. Ovunque, al Forum sociale europeo in corso in questi giorni a Nairobi, si vedono veli di religiose e qualche saio di francescano, mentre gli altri missionari si confondono tra la folla. Ma sono tanti: 300 le religiose provenienti da istituti missionari di tutto il mondo (nella sola Nairobi ci sono strutture formative di 120 Congregazioni femminili e 60 maschili)e altre centinaia i missionari, tra cui 50 francescani, i comboniani, i paolini, i gesuiti, ecc. Suor Letizia Braga, padovana delle Piccole Ancelle del Sacro Cuore, in Kenya da 11 anni come responsabile locale della Congregazione, vive nella comunità di Embu con altre 40 suore africane. Gestiscono un orfanotrofio con 60 bambini figli di malati di Aids, più una struttura per ragazzi di strada che sniffano colla e benzina. “E’ la prima volta che partecipo ad un Forum mondiale – dice al Sir – e sono entusiasta. E’come se il mondo per pochi giorni sia tutto qui per uno scopo: il rispetto della dignità dell’uomo. Questo ci dà la forza di andare avanti nonostante le difficoltà". (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy