BENEDETTO XVI: UNITÀ DEI CRISTIANI, "NON SCORAGGIARSI" (2)

Dopo aver ricordato che "l’unità (dei cristiani, ndr) è dono di Dio e frutto dell’azione del suo Spirito", e che "per questo è importante pregare", il Papa ha poi sottolineato che "in alcuni Paesi, tra cui l’Italia, la Settimana di preghiera per l’unità dei cristiani viene fatta precedere dalla Giornata di riflessione ebraico-cristiana, che si celebra proprio quest’oggi, 17 gennaio". Benedetto XVI ha ricordato che "da ormai quasi due decenni la Conferenza Episcopale italiana dedica questa Giornata all’ebraismo con lo scopo di promuoverne la conoscenza e la stima e per incrementare il rapporto di reciproca amicizia tra la comunità cristiana e quella ebraica", rapporto – ha poi aggiunto – "che si è sviluppato positivamente dopo il Concilio Vaticano II e dopo la storica visita del Servo di Dio Giovanni Paolo II alla Sinagoga Maggiore di Roma" avvenuta il 13 aprile 1986. Il Papa ha poi rimarcato che "anche l’amicizia ebraico- cristiana, per crescere ed essere fruttuosa, deve fondarsi sulla preghiera. Invito pertanto tutti a rivolgere quest’oggi un’insistente invocazione al Signore perché ebrei e cristiani si rispettino, si stimino e collaborino insieme per la giustizia e la pace nel mondo".  (segue)

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy