CAMPANIA: DUE CENTRI PER IL RISVEGLIO DAL COMA, UNO A NAPOLI, L’ALTRO A BENEVENTO

"Un risultato importante": Fulvio De Nigris, direttore del Centro studi per la ricerca sul coma di Bologna e tra i fondatori dell’associazione "Gli amici di Luca", definisce così l’inserimento nel piano ospedaliero regionale della Campania 2006-2008 di due Centri di risveglio dal coma, uno presso l’azienda ospedaliera Santobono-Pausillipon di Napoli, per il settore neo-natale, e un secondo presso l’azienda ospedaliera Rummo di Benevento, per gli altri casi. "Questo risultato premia l’azione svolta dall’associazione ‘Gli amici di Eleonora’ – spiega il presidente Margherita Rocco – affiancata e in convenzione con l’associazione ‘Gli amici di Luca’ di Bologna già promotrice in Emilia Romagna con l’Azienda Usl di Bologna della ‘Casa dei Risvegli Luca De Nigris’. Ora è importante sensibilizzare le istituzioni e l’opinione pubblica della Campania, affinché questi progetti si realizzino concretamente". "Questo risultato – dice De Nigris – intanto concretizza quell’opera di sensibilizzazione che da anni portiamo avanti per creare una rete di strutture che si occupino di coma e di stati vegetativi dalla fase post-acuta a quella degli esiti. Poi è importante perché, tra i centri di risveglio previsti in Campania, si parla per la prima volta della realizzazione di moduli in area pediatrica, che colma una lacuna a livello nazionale sulla complessità del problema specifico".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy