SIR REGIONE: TOSCANA; PER LA PRIMA VOLTA IN ITALIA IL SERVIZIO CIVILE ANCHE PER IMMIGRATI E DISABILI

Nasce in Toscana il servizio civile regionale e sarà aperto anche, per la prima volta in Italia, a immigrati e disabili. Ne ha dato notizia il portale on line di Toscana Oggi, il settimanale regionale cattolico d’informazione. Il testo della legge, approvata nelle scorse settimane dal Consiglio regionale, prevede per tutti i nati o residenti nella regione, anche stranieri, la possibilità di prestare servizio civile per dodici mesi. Il servizio è rivolto a tutti i giovani di età compresa tra i 18 e i 30 anni, con innalzamento a 35 anni per i ragazzi disabili. Alla Regione spetta la copertura assicurativa contro gli infortuni e le prestazioni sanitarie legate alle attività svolte. “Si tratta di una grande opportunità – spiega l’assessore regionale alle Politiche sociali, Gianni Salvadori – per molti giovani e in particolare per gli immigrati; non vorremmo, però, che qualcuno approfittasse di questa nuova forma di lavoro e per questo non potranno usufruire di collaboratori di servizio civile tutti quegli enti che hanno effettuato licenziamenti negli ultimi due anni. Ciò per impedire che i giovani vengano usati al posto dei lavoratori o degli stagisti”. Lo svolgimento del servizio civile potrà anche valere come credito formativo e darà punteggi per i concorsi pubblici regionali.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy