LIBANO: VIS, QUASI UN MILIONE I PROFUGHI E GLI SFOLLATI, MA "LE CIFRE AUMENTANO"

Sono ormai quasi un milione i profughi e gli sfollati in Libano che tentano di sfuggire ai bombardamenti israeliani. A darne notizia è il Vis (Volontariato internazionale per lo sviluppo), che coordina gli interventi relativi all’emergenza Libano per conto del Don Bosco Network ed ha già inviato una prima "tranche" di aiuti pari a 25 mila euro. "Noi continuiamo a sostenere i centri di El Houssoun ed El Fidar – dichiara Antonio Raimondi, presidente del Vis e vicepresidente del Don Bosco Network. Ad El Fidar i salesiani assistono i rifugiati accolti attualmente i quattro scuole pubbliche alle quali, presto, se ne aggiungeranno altre, mentre "nel solo centro di El Houssoun al momento sono ospitate 30 famiglie, per un totale di 130 persone – riferisce padre Dany El Hayek, incaricato salesiano della casa Don Bosco di El Houssoun; altri 44 nuclei familiari possono contare sull’esclusivo sostegno dei salesiani. Nel villaggio – informa il Vis – altre famiglie offrono asilo ad oltre 250 sfollati, anche nei 15 villaggi limitrofi. "Nella casa dei salesiani – prosegue padre Dany – c’è al tempo stesso un clima di morte e di speranza; una delle due donne rifugiate presenti nel centro ha appena dato alla luce la sua bambina, mentre un altro sfollato ha saputo che nel cuore della notte un missile sganciato da un aereo israeliano ha colpito la casa dei suoi parenti sterminando l’intera famiglia. A questo dramma si aggiunge la difficoltà di recuperare i cadaveri nel Sud del Paese a causa della distruzione di strade e di ponti".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy