IMMIGRAZIONE: FRATTINI (COMMISSIONE UE), "PATTUGLIAMENTO DELLE ACQUE CHE CIRCONDANO LAMPEDUSA"

"La richiesta del ministro Amato rappresenta un segno di attenzione verso l’Europa, ma anche lo stato di forte necessità in cui versa il Paese sul fronte delle migrazioni". Così il vicepresidente della Commissione europea Franco Frattini ha commentato oggi pomeriggio a Roma l’appello lanciato ieri dal ministro degli Interni che ha chiesto un intervento della Commissione europea in materia di immigrazione, vista la ripresa degli sbarchi clandestini sulle coste di Lampedusa. Frattini ha annunciato che una missione di esperti europei presto giungerà in Italia per "predisporre un piano concreto di azioni da compiere con urgenza". Tra i provvedimenti che verranno adottati, "il pattugliamento, ad opera di Italia, Malta e Grecia, delle acque che circondano Lampedusa". Precedenti analoghe esperienze, secondo il vicepresidente della Commissione Ue, hanno dato buoni risultati. Frattini ha anche invitato il governo italiano ad una "forte e decisa accelerazione nel rimpatrio dei clandestini verso i loro Paesi d’origine" e ad "un impegno costante nella lotta al lavoro nero, fattore attrattivo per l’immigrazione clandestina che maggiormente preoccupa l’Europa". "Da un indagine del 2004 – ha concluso – risulta che l’Italia si attesta sul 16-17% di lavoro nero, al cui interno l’immigrazione clandestina riveste una dimensione significativa".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy