TERREMOTO IN MESSICO: IL CORDOGLIO DEL PAPA

” “”Consolazione” alle persone “colpite dalla disgrazia” e “solidarietà” per permettere a tutti di “superare le avversità”. Questi i sentimenti espressi oggi dal Papa alle vittime del terremoto in Messico, che ha colpito ieri gli Stati di Colima e Jalisco, provocando una ventina di vittime. “Profondamente afflitto” dalla “dolorosa notizia” del sisma, si legge nel telegramma inviato a nome del Papa dal card. Angelo Sodano, segretario di Stato vaticano, al card. Giuseppe Bertello, nunzio apostolico in Messico, Giovanni Paolo II cita le “numerose vittime, ferite e gravi danni materiali”, e offre “suffragi per l’eterno riposo dei morti” e “ferventi preghiere affinché il Signore conceda la sua consolazione alle persone colpite dalla disgrazia e ispiri in tutti sentimenti di solidarietà per superare le avversità, animati dai valori morali sempre aperti alla speranza”. Il “sentito cordoglio” e la “vicinanza” del Papa al “carissimo popolo messicano” si estende, inoltre, ai “familiari”, ai “feriti” e ai “disastrati”, e si traduce in un appello rivolto” alle istituzioni e agli uomini di buona volontà” affinché, “in questi momenti difficili, prestino un soccorso efficace con spirito generoso e carità cristiana”.
” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Archivio

Informativa sulla Privacy