FECONDAZIONE ARTIFICIALE: FORUM ASSOCIAZIONI SANITARIE, “SUBITO LA LEGGE”

“E’ giunto il momento di definire lo statuto dell’embrione umano, riconoscendo per legge che non è una ‘cosa’ ma un soggetto giuridico uguale in dignità ad ogni altra persona umana”. A chiederlo – all’indomani del caso della donna americana che ha prestato per 25 mila dollari il proprio utero a due coniugi italiani – è il Forum delle associazioni e dei movimenti di ispirazione cristiana operanti in campo socio sanitario in un comunicato diffuso oggi. Le 20 associazioni del Forum – che si sono incontrate sabato 26 a Roma in seminario – rivolgono “ancora una volta alle forza politiche e al Parlamento la pressante richiesta che sia finalmente approvata una organica disciplina della fecondazione artificiale”. “Da anni – ricorda il Forum – i cattolici chiedono subito la legge”. Per le associazioni sanitarie cattoliche, una legislazione in questa materia deve essere “rigorosamente ancorata al principio della priorità del diritto alla vita e alla famiglia del concepito”, rispondendo all’indicazione “prima di tutto i bambini”. Il Forum tiene infine a precisare che “i riprovevoli ritardi” che sta subendo la legge “non sono certo dovuti ai cattolici, ma a quanti hanno bloccato al Senato il testo che la Camera aveva già approvato nella passata legislatura, da cui irrinunciabilmente bisogna ripartire cercando di migliorarlo nel senso di una più intensa tutela del diritto del figlio fin dal concepimento, non certo immaginando di poterlo peggiorare”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy