EUROPA: NON SOLO I CATTOLICI DEVONO ESSERE I CUSTODI DELLA VITA

La bioetica è stata oggi il tema al centro del dibattito dei portavoce delle Conferenze episcopali europee riuniti a Bonn per il loro incontro annuale. “In tutti i Paesi europei, se pure in misura diversa – ha affermato Helmut Steindl, portavoce del Consiglio delle Conferenze episcopali europee – eutanasia, aborto, clonazione di embrioni e fecondazione assistita sono problemi che interrogano tutti i cittadini. Di fronte a proposte legislative che sempre più si staccano dal rispetto della dignità della persona e dal principio dell’inviolabilità della vita, i cattolici sono chiamati a dare risposte che anche sul piano della ragione fermino la cultura della morte e dell’offesa”.” “Don Claudio Giuliodori, portavoce della Cei, dopo aver presentato lo stato del dibattito in Italia su questi temi ha aggiunto: “Questioni così importanti e decisive non riguardano solo i cattolici perché essi non possono essere i soli custodi del valore della vita. E’ la coscienza di ogni cittadino che deve reagire a questi attentati alla dignità e ai diritti dell’uomo. I media cattolici europei sono chiamati ad offrire insieme il loro specifico contributo perché la verità sull’uomo venga riconosciuta e rispettata anche nelle diverse legislazioni”. ” “Nel pomeriggio il direttore del Sir, Paolo Bustaffa, presenterà il progetto “SirEuropa” che dedica una particolare attenzione a questi temi. ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy