CREMONA: MORTO IL VESCOVO GIULIO NICOLINI

Si è spento improvvisamente, nelle prime ore della mattina di oggi, il vescovo di Cremona, mons. Giulio Nicolini. Aveva da poco celebrato, come ogni giorno, nella cappella privata la Messa. Verso le ore 8,30, sedutosi per la colazione, si è sentito male e subito il suo cuore si è fermato. ” “Mons. Giulio Nicolini era nato a S. Vigilio di Concesio, in diocesi di Brescia, il 7 luglio 1926. Era stato ordinato sacerdote il 29 marzo 1952, eletto alla sede episcopale di Alba il 16 luglio 1987, era stato ordinato vescovo il 5 settembre dello stesso anno da Papa Giovanni Paolo II nella basilica Vaticana. Trasferito alla sede di Cremona il 16 febbraio 1993, vi aveva fatto ingresso il 4 aprile successivo.” “”I suoi otto anni di episcopato cremonese – ricorda don Vincenzo Rini, direttore de “La Vita cattolica”, il settimanale della diocesi cremonese – sono stati caratterizzati dal dialogo con tutte le realtà sia ecclesiali che sociali, civili e politiche. Uomo del dialogo ha cercato sempre l’incontro con tutti, senza mai forzare le situazioni”. Tra i suoi impegni la Casa della Comunicazione, la celebrazione dell’anno di S. Omobono nell’ottavo centenario della morte del patrono, la celebrazione del Sinodo diocesano, i restauri della Cattedrale e, da ultimo, la costruzione della Casa della Speranza, per accogliervi i malati di Aids.” “Mons. Nicolini aveva da soli due giorni concluso il Congresso eucaristico diocesano sul tema, “Vivere il giorno del Signore: dall’Eucaristia nuovi stili di vita”. Nel pomeriggio di lunedì poi aveva benedetto e inaugurato la nuova Risonanza Magnetica presso la Casa di Cura “Ancelle della Carità”. ” “” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy