LA GENEROSITÀ DI CARDITO (AVERSA) PERMETTERÀ DI COSTRUIRE UN VILLAGGIO IN BURUNDI

Un ospedale interamente finanziato da un generoso donatore, diverse case, una scuola, strutture agricole e per l’allevamento: è questa la realtà del "Villaggio Cardito", a Giteca in Burundi, che verrà presentata questa sera nel comune omonimo di Cardito in diocesi di Aversa, dal card. Ersilio Tonini. Un anno e mezzo fa Tonini aveva lanciato un appello in favore delle popolazioni del paese africano tormentate dalla miseria e dalla guerra. La comunità ha risposto positivamente e – come spiega l’arcivescovo di Aversa, mons. Mario Milano – "sono stati raccolti quasi 500 milioni da un comitato presieduto da un laico facoltoso e molto sensibile alla realtà del terzo mondo, Ettore Magri. Con il card. Tonini, presente nella nostra diocesi oggi e domani, vivremo un momento di comunione nella preghiera e nella fraternità assieme a questi laici impegnati, degni di ogni lode per la gara di generosità che hanno realizzato". "Inizialmente – dichiara don Antonio De Rosa, parroco di S. Biagio, una delle tre chiese di Cardito – pensavamo di raggiungere la somma di 200 milioni e costruire 100 case, ma la Provvidenza ci ha aiutati ed il programma si sta allargando a macchia d’olio". Sabato mattina, alla presenza del card. Tonini, il Comune stanzierà una cospicua cifra per un ulteriore allargamento dell’iniziativa. Sabato sera ci sarà una concelebrazione eucaristica cui parteciperanno il card. Tonini, l’arcivescovo di Aversa ed i sacerdoti della forania di Cardito. "Quando sarà ufficialmente inaugurato il villaggio – conclude mons. Milano – andremo in delegazione in Africa, per ricambiare la visita a Cardito dell’arcivescovo di Giteca, mons. Simone Ntamwana, e per portare questa comunione della Chiesa aversana, che è aperta alle missioni per vocazione storica. Qui, infatti, è nata l’Unione missionaria del clero per opera del futuro beato, padre Paolo Manna".

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy