GMG: 20 BORSE DI STUDIO PER STUDENTI DI PAESI IN GUERRA, DA ROMA 2000 A TORONTO 2002

Venti borse di studio da destinare a giovani studenti di Paesi in guerra che potranno così mantenersi agli studi universitari per cinque anni: sarà il "Gmg 2000 memorial", un modo concreto "per mantenere la memoria del grande evento della Giornata mondiale della gioventù 2000 a Roma e ringraziare Dio del dono fatto". Un’iniziativa annunciata da mons. Domenico Sigalini, direttore del Servizio nazionale di pastorale giovanile, a poche ore dall’apertura del Primo incontro di preparazione alla 17ª Giornata mondiale della gioventù (Toronto, 23-28 luglio 2002). Una delegazione del Comitato canadese si incontrerà a Roma (Domus Mariae), a partire da stasera e fino a domenica, con i responsabili del Servizio nazionale per la pastorale giovanile e del Pontificio Consiglio per i laici, con l’obiettivo di fare una valutazione della Gmg 2000 e formulare le prime proposte per quella di Toronto. Parteciperanno anche i rappresentanti di numerose Conferenze episcopali e di movimenti, associazioni e comunità giovanili internazionali. "Tra le Gmg di Roma e di Toronto ci sarà una continuità – spiega mons. Sigalini –. L’anno scorso il tema guida era la contemplazione della vita di Cristo, il prossimo anno si porrà l’accento sulla missionarietà. Sarà un’occasione per dare una scossa al mondo anglosassone, la cui fede è un po’ intorpidita. In Canada però sta avendo molto successo il pellegrinaggio della Croce di diocesi in diocesi". All’incontro di sabato e domenica interverranno, tra gli altri, il cardinale James Stafford, presidente del Pontificio Consiglio per il laici, il cardinale Aloysius Ambrozic, arcivescovo di Toronto, mons. Stanislaw Rylko, segretario del Pontificio Consiglio per i laici. Saranno presentati il programma della 17ª Gmg, il logo e altri aspetti organizzativi e logistici, come la solidarietà, l’accoglienza nelle diocesi e nel volontariato.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy