"GLOBAL REPORT 2001": OLTRE MEZZO MILIONE I BAMBINI SOLDATO NEL MONDO

Oltre mezzo milione di bambini sono attualmente reclutati nelle forze armate governative e in gruppi armati, in più di 87 paesi del mondo. Di questi, almeno 300 mila combattono attivamente. La denuncia, della Coalizione internazionale "Stop all’uso dei bambini soldato!", è stata lanciata oggi a Londra in occasione della presentazione di "Global Report on Child Soldiers 2001".” “Si tratta del più completo studio sui bambini soldato finora esistente. Fornisce dati sull’arruolamento da parte di forze armate governative, milizie civili, gruppi paramilitari e gruppi armati non governativi in 180 paesi. Le zone più a rischio sono Africa e parte dell’Asia e del Pacifico, Myanmar, Sudan e Afghanistan. Ma anche il Regno Unito e gli Usa impiegano minori di 18 anni in combattimento. "I paesi industrializzati, a causa della mancanza di personale, hanno incrementato gli sforzi per attrarre i giovani al reclutamento – afferma Rory Mungoven, coordinatore internazionale della Coalizione "Stop using child soldiers" -. D’altra parte, la disponibilità di armi leggere fa sì che anche i più piccoli possano diventare killer efficienti". Fino ad oggi 80 paesi – tra cui l’Italia – hanno firmato il trattato che vieta l’uso dei bambini nei conflitti armati, ma solo 5 l’hanno ratificato e l’Italia non è tra questi. Per salvaguardare i minorenni, la Coalizione "Stop all’uso dei bambini soldato!" chiede al governo italiano l’immediata retifica del Protocollo opzionale della Convenzione sui diritti dell’infanzia. ” “” ” ” “” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy