SINODO DEI VESCOVI (30 SETTEMBRE – 27 OTTOBRE 2001): PUBBLICATO L'”INSTRUMENTUM LABORIS” (2)

Non tutte le Conferenze episcopali hanno inviato osservazioni e risposte in merito ai “Lineamenta”: poco più della metà delle 112 conferenze episcopali di tutto il mondo, ha detto ai giornalisti il card. Jan Pieter Schotte, segretario generale del Sinodo dei vescovi. Tuttavia, ha proseguito, “le risposte sono giunte da tutti i continenti, perciò si possono considerate rappresentative della posizione degli episcopati di tutto il mondo”. Molte osservazioni hanno sottolineato “l’importanza del cammino spirituale del vescovo”, ha detto Schotte. Per questa ragione l’I.L. dedica un intero capitolo agli aspetti spirituali della vita e del ministero episcopale. Dalle consultazioni sui Lineamenta è emersa poi la richiesta di ridiscutere nel Sinodo “il ruolo e la funzione dei vescovi ausiliari” così come, ha riferito ancora il cardinale, il “possibile ruolo che possono avere i vescovi emeriti in seno al collegio episcopale”. ” “Il Sinodo – ha spiegato ancora il segretario generale – sarà chiamato a rispondere ad una domanda “di quale vescovo abbiamo bisogno nel terzo millennio?”. In questa riflessione confluiranno anche le conclusioni dei Sinodi continentali che hanno preceduto il Giubileo. Un altro aspetto che probabilmente “emergerà nelle discussioni riguarderà il ruolo delle Conferenze episcopali e il rapporto di queste con i singoli vescovi”. Quanto ad una possibile revisione delle forme di esercizio della collegialità episcopale, Schotte ha ribadito che “la collegialità episcopale in senso stretto si realizza unicamente nel Concilio” perché solo “il Concilio è la riunione di tutti i vescovi del mondo chiamati a prendere decisioni per tutta la Chiesa in quanto corpo episcopale”. Il Sinodo dei vescovi, invece, è “una forma di espressione della collegialità episcopale”, ma non potrà mai esercitare le funzioni di un Concilio “perché riunisce solo un piccolo gruppo di vescovi che possono proporre delle idee ma non possono prendere decisioni a nome della maggioranza che non è presente”. (segue)” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy