COR UNUM: UN MILIARDO PER I BAMBINI ORFANI DELL’AIDS

Il miliardo donato di recente dal Comune di Milano al Papa sarà utilizzato per un progetto di assistenza ai bambini orfani dell’Aids in Uganda. Lo ha annunciato oggi mons. Paul Josef Cordes, presidente del Pontificio Consiglio “Cor Unum”, presentando il Messaggio del Papa per la Quaresima. In Uganda, ha reso noto infatti il responsabile del dicastero pontificio, sono attualmente 12 milioni i bambini orfani “che hanno perso uno o entrambi i genitori, e vivono in maniera precaria: o perché lasciati soli a se stessi, o perché contagiati dal virus, o perché debilitati hanno contratto malattie. A volte sono essi stessi ad essere a capo famiglia, perché hanno a carico fratelli più piccola”. Di qui la necessità di raccogliere l’invito del Papa a “portare ai fratelli e alle sorelle colpiti dall’Aids tutto il conforto possibile sia materiale che morale e spirituale”. La Chiesa, in questo ambito, ha sottolineato Cordes, si impegna “formando operatori pastorali e sanitari e dei giovani stessi; cercando di prevenire mediante la sensibilizzazione e l’educazione all’amore responsabile vissuto in famiglia; attuando programmi di assistenza alle vittime e creando centri di riabilitazione e di accoglienza dei malati; seguendo pastoralmente i malati e i loro familiari, soprattutto quelli in stato di solitudine e di abbandono”. Rispondendo alla domanda di un giornalista, che gli aveva chiesto il motivo della “rinuncia” a presentare il messaggio della Quaresima a Milano (come deciso in precedenza dal “Cor Unum”), Cordes ha parlato di una iniziale “mancanza di sensibilità” politica che “ci aveva portato a metterci sulla strada per Milano”, senza tener conto che “in Italia, per qualcuno le elezioni sono ancora lontane, per altri sono più vicine”. Per questo, ha spiegato Cordes, è stato deciso di “non voler entrare in nessun modo nella fase pre-elettorale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy