EDITORIA: PREOCCUPAZIONE DEI SETTIMANALI CATTOLICI LOCALI PER LA SORTE DELLA RIFORMA

In un comunicato congiunto diffuso oggi, la Federazione italiana settimanali cattolici e il Consis, Consorzio nazionale di servizi per l’editoria dei giornali diocesani, si associano al coro di preoccupazioni per le sorti del Ddl n.4985 riguardante le nuove norme per l’editoria, in approvazione al Senato.” “”Bloccare o rinviare questa normativa – si legge nel comunicato – significherebbe deludere le tradizionali e le nuove aziende editoriali, limitandone le prospettive di sviluppo. La parte ora controversa riguardante la disciplina del prezzo dei libri – approvata anch’essa col più ampio consenso dalla 7a commissione della Camera – potrebbe anche essere rivisitata oppure accantonata, fermo restando l’impegno per una rapidissima e definitiva approvazione in sede deliberante”. Per queste ragioni Fisc e Consis, attraverso i propri presidenti don Vincenzo Rini e Roberto Massimo, “si augurano che prevalga il buon senso e si proceda speditamente al licenziamento di questa pur limitata riforma dell’editoria, che sebbene non abbia affrontato interamente i nodi di questo settore, rappresenta un importantissimo passo in avanti”.” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy