PROGETTO CULTURALE: AMBROSIO, I MEDIA SONO LONTANI DAL VISSUTO DELLA GENTE

“L’attuale cultura mediatica ha un grande limite: quello di disattendere, nel concreto, i problemi della vita quotidiana delle persone”. Lo ha detto al Sir mons. Gianni Ambrosio, assistente ecclesiastico dell’Università Cattolica e consulente del Servizio Cei per il progetto culturale, commentando i contenuti del convegno “Il cantiere del progetto culturale”, che si apre oggi con la prolusione del card. Camillo Ruini, presidente della Cei. “una cultura che evade le esigenze del vissuto è poco sociale, poco umana, non al servizio dell’uomo”, prosegue Ambrosio, che è uno dei relatori del convegno, in programma a Roma fino al 17 febbraio. Per Ambrosio, allora, “c’è bisogno di un dialogo attento, critico e propositivo, che parta dalla consapevolezza della propria identità per cercare di superare la cultura imperante nei suoi aspetti mercantili, di finzione della realtà. Per la teologia, ad esempio, questo significa uscire dai percorsi periferici della vita quotidiana e della fede per tornare a parlare di ciò che è ‘vitale’ nell’esperienza dei credenti”. Sul piano del dialogo tra laici e cattolici, secondo il teologo, “siamo in una fase in movimento, anche se alcune contrapposizioni non vanno assolutizzate. Certo, esiste il rischio di una sorta di ‘arroccamento’ della cosiddetta cultura laica, che tende a chiudersi in se stessa e pretende di dire l’ultima parola sull’uomo”. Proprio la questione antropologica, tuttavia, “può rivelarsi fondamentale per instaurare un dialogo fecondo tra cattolici e laici: se si apre al vissuto, anche la cultura laica scoprirà che non è sufficiente fermarsi ai principi astratte”. I credenti, da parte loro, conclude Ambrosio, “hanno il compito di far emergere il senso profondo della domanda religiosa odierna, curando prima di tutto la ‘qualità spirituale’ della verità della fede cristiana: solo dando spazio all’esperienza umana, in tutti i suoi aspetti, si può essere profeti nella storia”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy