IL PAPA ALLA SAN VINCENZO DE’ PAOLI: ARMONIZZARE I DIVERSI CARISMI NELLA CHIESA

“L’amore è creativo fino all’infinito”, il Papa prende spunto da questa frase di San Vincenzo de’ Paoli nel messaggio, tutto incentrato sulla carità, che ha inviato oggi al Presidente della Società di San Vincenzo de’ Paoli, José Ramón Díaz-Torremocha, in occasione del Comitato internazionale di coordinamento della Società. Giovanni Paolo II ricorda la beatificazione, a Parigi nel 1997, di Federico Ozanam, fondatore della Società: “Un uomo – afferma il pontefice – profondamente segnato dalla contemplazione del volto di Cristo nei poveri”.” “”Attraverso una collaborazione attiva con le diverse istanze locali di coordinamento dell’apostolato della carità – scrive il Papa ai membri della San Vincenzo – voi realizzate il vivo desiderio che infiammava il cuore del beato Ozanam: abbracciare il mondo intero nella rete della carità. In questo spirito di unità, le associazioni internazionali di fedeli laici sono chiamate a inserirsi in modo appropriato nel tessuto ecclesiale; perciò la Chiesa propone diverse forme di riconoscimento giuridico, nel rispetto dei carismi e delle legittime diversità”. Giovanni Paolo II auspica che la “Società di San Vincenzo de’ Paoli possa proseguire la sua riflessione con le autorità competenti, presso le diocesi e la Santa Sede, in particolare con il Pontificio Consiglio per i Laici, allo scopo di armonizzare i suoi fondamenti istituzionali e la sua azione con la realtà ecclesiale di associazione internazionale di fedeli laici che cercano la santità attraverso il servizio ai poveri”.” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy