NOTA SETTIMANALE – Pubblichiamo la nota integrale Sir di questa settimana

Le nascite in Francia nel 2000 sono aumentate del 5% rispetto al 1999: è l’aumento più notevole tra i paesi dell’Unione Europea, come riferisce l’Istituto Statistico francese. La Francia è seguita dall’Italia, dove le nascite sono cresciute del 4.3%, e dall’Irlanda, dove sono salite del 3.7%. In fondo alla lista di quindici paesi sono la Gran Bretagna e la Finlandia; in entrambe le nascite sono diminuite del 3%. La Germania e il Belgio sono rimaste praticamente invariate. Complessivamente le nascite nell’Unione europea sono aumentate dell’1.3% l’anno scorso, per un totale di 4,5 milioni di bambini.” “Nonostante la parziale inversione di tendenza del duemila l’Unione Europea e l’Italia in modo del tutto particolare saranno nei prossimi anni paesi di anziani.” “Si capisce dunque come stiano venendo al pettine i nodi strutturali dell’esito delle politiche sociali e di welfare sviluppatesi in particolare alla metà del ventesimo secolo. E’ una questione assai rilevante, che in Italia caratterizzerà certamente l’avvio della prossima legislatura.” “Ne abbiamo un assaggio nelle discussioni di questi giorni tra Confindustria, sindacato e governo a proposito del rapporto di lavoro a tempo determinato, che hanno due significati: servono a posizionare gli attori in vista del decisivo confronto che inizierà dopo le elezioni politiche, qualunque ne sia l’esito, e denotano un problema strutturale della società e delle relazioni sociali in Italia.” “Se la prima questione fa parte della interminabile vicenda della campagna elettorale, la seconda merita di essere sottolineata. In Italia per decenni partiti e sindacati forti hanno anche svolto al funzione di tutori ed ammortizzatori, in presenza di istituzioni pubbliche deboli ed inefficienti. La crisi di questi soggetti, che si accompagna alla realtà dell’integrazione europea ed alle pressioni della globalizzazione, crea una situazione inedita e complessa. Modernizzazione, competizione ed efficienza sono cose di cui il sistema Italia ha bisogno come pure le altre ed opposte parole chiave come garanzie, solidarietà e concertazione.” “L’annuale seminario dell’Istituto Bachelet dell’Azione Cattolica, in occasione dell’anniversario dell’assassinio dell’insigne giurista, era dedicato quest’anno a “Cittadinanza e doveri inderogabili”. Può essere questo un buon punto di ancoraggio per dare voce anche a quanti, e sono la grande maggioranza, vogliono che il dibattito in corso, che pure è necessario, porti a disegnare una nuova convergenza per lo sviluppo e non semplicemente alla difesa di interessi di parte.” “” “” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy