GIUBILEO DEI NUOVI MARTIRI: IL 7 MAGGIO AL COLOSSEO

“Una Chiesa che non conserva la memoria dei suoi testimoni, dei suoi martiri di ieri o non riscopre i suoi testimoni, i suoi martiri di oggi, non può rivendicare l’onore di essere la Chiesa di Cristo”. Lo ha detto il Card. Roger Etchegaray, Presidente del Comitato del Grande Giubileo dell’Anno 2000, aprendo questa mattina (28 aprile) la Conferenza Stampa di presentazione della “Giornata dedicata alla Commemorazione dei Testimoni della Fede del XX secolo”, che si svolgerà domenica 7 maggio al Colosseo. “Abbiamo talvolta del martirio – ha continuato il cardinale- un’idea troppo romantica e ridotta a racconti straordinari che aprono il cammino della canonizzazione, mentre deve essere l’orizzonte abituale di ogni vita cristiana”.” “I gruppi di testimoni della fede del secolo XX dei quali si farà “memoria ecumenica” il 7 maggio sono: 1. Cristiani che hanno testimoniato la fede sotto il totalitarismo sovietico.2. Testimoni della fede, vittime del comunismo in altre Nazioni d’Europa. 3. Confessori della fede, vittime del nazismo e del fascismo. 4. Seguaci di Cristo che hanno dato la vita per l’annuncio del Vangelo in Asia e in Oceania.5. Fedeli di Cristo perseguitati per odio alla fede cattolica. 6. Testimoni dell’evangelizzazione in Africa e Madagascar.7. Cristiani che hanno dato la vita per amore di Cristo e dei fratelli in America. 8. Testimoni della fede in varie parti del mondo.” “Il Prof. Andrea Riccardi a cui il Comitato Centrale del Grande Giubileo ha chiesto di redigere il libro “Il secolo el martirio, I cristiani del Novecento” che sarà nelle librerie a partire del 9 maggio ha raccontato che al 31 marzo erano 12.692 le segnalazioni di Testimoni della fede arrivati alla Commissione, di queste 333 dalle Americhe, 8.670 dall’Europa , 1.706 dall’Asia e 1.111 dall’ex Unione Sovietica: nell’ultimo mese sono arrivate altre 250 segnalazioni. ” “

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy