INIZIATIVE CONTRO LO SFRUTTAMENTO DEI MINORI

In Pakistan migliaia di bambini cuciono l’80 per cento della produzione mondiale di palloni da calcio. La campagna contro lo sfruttamento del lavoro minorile portata avanti dall’associazione Transfair International, diffusa in tutta Europa, e presente anche in Italia, procede a pieno ritmo. In Veneto nella sola provincia di Padova, in un mese – informa il settimanale della diocesi “La Difesa del Popolo”, sono stati venduti 1500 “palloni equi”. “Comperate i palloni equi”, titola anche in Friuli il settimanale di Pordenone “Il Popolo” e informa che il Commercio equo e solidale, con negozi a Spilimbergo e Portogruaro, ha inviato una lettera a tutte le società calcistiche friulane con una proposta precisa: comperare i palloni “equi”, garantiti dal progetto europeo Transfair Italia.Nel nostro Paese ne sono stati ordinati già 160 mila e distribuiti a chi ha aderito al progetto: la Coop, la rete delle Botteghe nel mondo, la Ctm, Esselunga e la Sport one di Varese. “Sono palloni realizzati nel rispetto del lavoro adulto – spiega Paolo Pastore direttore di TransFair – senza l’utilizzo di minori”. Sul mercato sono disponibili due modelli: uno del costo di 20-25 mila lire e uno più professionale che varia dalle 40 alle 45 mila lire. Anche l’associazione italiana calciatori ha deciso di utilizzare i “palloni equi” per gli allenamenti estivi.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy