BOBBA (ACLI): L’IMPORTANZA DELLE ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE

“Caduta la Bicamerale il disegno riformatore della Costituzione rimane come sospeso nell’aria. Ma il senso della petizione popolare del Forum permanente del terzo settore non muta: chiediamo che il principio di sussidiarietà venga riconosciuto con adeguati provvedimenti riformatori”: è quanto ha dichiarato al Sir Luigi Bobba, vice-presidente nazionale delle Acli e tra i più attivi promotori dell’azione del Forum per vedere riconosciuto il protagonismo delle oltre 54 mila associazioni di promozione sociale operanti nel nostro paese. “Siamo preoccupati per il fallimento della Bicamerale – prosegue Bobba – e lo diremo durante la conferenza stampa di domani a Roma (ore 12, via di Pietra 70) alla presentazione della petizione popolare. Riteniamo però che molto si possa comunque fare, nel frattempo, a partire dalle leggi ordinarie. Segnalo alcune nostre proposte: riordino delle protezione sociale con inserimento, tra i soggetti titolari accanto agli enti territoriali, anche delle associazioni di promozione sociale; riforma delle fondazioni bancarie; federalismo solidale che garantisca la soddisfazione dei bisogni di base per evitare situazioni ‘privilegiate’; revisione della struttura del Cnel con inserimento anche dei rappresentanti del terzo settore. Si tratta – conclude Bobba – di esempi concreti di come, a livello politico e parlamentare, si possa nei fatti dare corso non solo a una sussidiarietà ‘verticale’, ma anche a una sua dimensione ‘orizzontale’, che è il principio chiave su cui ricostruire il nuovo Stato sociale”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy