LEITENBERGER (KATHPRESS): DALLA VISITA DEL PAPA “UN NUOVO SLANCIO AL DIALOGO”

“Le parole del Papa ci hanno sollecitato ad approfondire il dialogo tra tutte le componenti del cattolicesimo austriaco. L’intento è quello di coinvolgere tutti, affinché nessuno si senta escluso dal dialogo. Ritengo, infatti, che uno dei discorsi più importanti pronunciati da Giovanni Paolo II nel corso di questo viaggio sia stato quello con il quale ha spiegato il metodo e i presupposti del dialogo da condurre nella Chiesa”. Con queste parole Erich Leitenberger, direttore dell’agenzia di stampa della Chiesa cattolica austriaca, Kathpress, fa un bilancio del recente viaggio che ha portato il Papa in Austria dal 19 al 21 giugno scorso.”Le difficoltà che la Chiesa austriaca sta ancora attraversando – rileva Leitenberger – hanno influito, almeno in parte, su questa visita, rendendola diversa dalle altre due precedenti, in particolare dalla prima, nel 1983. Tuttavia, la figura del Papa, uomo sofferente ma coraggioso testimone della fede, ha fatto una grandissima impressione sugli austriaci”. Certamente, nota il direttore della Kathpress, “l’Austria non è il Brasile né la Spagna. Perciò la gente magari non mostra un atteggiamento di accoglienza molto calorosa. Tuttavia l’accoglienza riservata al Papa è stata molto cordiale, sia da parte delle autorità che dei fedeli. La tv austriaca ha trasmesso in diretta praticamente tutti i momenti della visita del Papa. E la Santa Messa di beatificazione in occasione dell’ultimo giorno della visita è stata davvero una festa della fede, che ha avuto una vastissima eco sulla stampa e nell’opinione pubblica. La piazza dove è stata celebrata la Messa era gremita di fedeli”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy