A CROTONE UNA PARROCCHIA PER I PROFUGHI ALBANESI

E’ l’iniziativa voluta da mons. Giuseppe Agostino, vescovo di Crotone, (e sollecitata dal vescovo di Tirana) per rispondere alle necessità pastorali dei tanti albanesi approdati sulle coste calabre. La nuova parrocchia, eretta ufficialmente ma ancora da strutturare, sorgerà nella località balneare di Cirò Marina. Nella zona vivono infatti oltre un migliaio gli albanesi, impiegati in prevalenza nel settore rurale. Oltre agli immigrati degli ultimi anni, nella zona di Crotone vi sono veri e propri paesi di etnia albanese, anche se ormai per molti aspetti sono “italianizzati”.Mons. Agostino spiega che la parrocchia “vuole essere un punto di riferimento per tutta la regione, in particolare per quegli albanesi che non sono ancora inseriti nel tessuto sociale e nella vita delle comunità ecclesiali locali. Non vogliamo che si creino ghetti. Con questa iniziativa ci rivolgiamo quindi a quelli che si trovano in uno stato di incertezza, che non hanno ancora acquisito la cittadinanza italiana e non hanno cominciato a frequentare la Chiesa”. Il parroco sarà don Edoardo Caruso, che è anche “incaricato regionale per l’assistenza spirituale degli immigrati albanesi” e responsabile del centro albanese “Zoti na don – Dio ci ama”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy