LA PITTURA COME RIMEDIO AL DISAGIO MENTALE: SE NE PARLA SU SAT 2000

Nella rubrica “La pietra scartata”, in onda domani alle ore 19.15 sull’emittente via satellite della Chiesa italiana, Sat 2000, sarà ospite in studio un pittore, Giovanni Fenu, di 61 anni, dei quali 28 passati in manicomio per “sindrome derivante ipocondriaca” (manie di persecuzione). Amante sin da piccolo della pittura e dell’arte, per tutti gli anni passati in manicomio Fenu non ha potuto dipingere, se non di nascosto. Oggi, invece, ospite del padiglione 8 dell’ospedale psichiatrico Santa Maria della Pietà, è tornato a vivere grazie alla pittura e con lui molti altri pittori degenti. “Ho ritrovato il mio entusiasmo, è come se avessi vent’anni” ha detto. Fenu ha fondato una cooperativa, i Piedi Neri, con la quale organizza mostre ed anche un laboratorio di pittura, ospitato nell’istituto Enrico Fermi. “Gli studenti non hanno paura di noi, ci vogliono bene” nota il pittore. Ma all’orizzonte si prospetta la chiusura totale del Santa Maria della Pietà e la perdita non solo della “casa” per molti malati di mente, ma anche dell’affetto e dell’amore del quartiere. “Non siamo numeri, non siamo oggetti, né tanto meno fenomeni da baraccone. Vogliamo restare dove stiamo” reagisce Fenu. Chiudere il Santa Maria della Pietà, conclude, “significa farci morire prima del tempo”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy