Agesc: “Sulla parità scolastica spauracchi da calura estiva”

Le molteplici econtradditorie esternazioni di rappresentanti di governo sulla parità scolastica “lascianointravvedere il rischio, se non la volontà, di un blocco politico sulla questione, con il solitopretesto delle scarse risorse economiche”. Lo afferma in un comunicato diffuso oggi, StefanoVersari, presidente dell’Agesc, mettendo in guardia su chi agita “spauracchi dei finanziamentiai privati” come “slogan per sviare l’attenzione della opinione pubblica dal nocciolo dellaquestione”. “Con la calura estiva – ha proseguito il presidente della Associazione – il dibattitova così smaltendo la dimensione di battaglia per i diritti civili per appiattirsi in manieravolutamente riduttiva sul finanziamento alle scuole. Con buona pace della Costituzione cherichiede un trattamento equipollente per gli studenti della scuola non statale”.L’Agesc ribadisce che “la parità deve essere fondamento per qualsiasi riforma scolastica:parità tra i cittadini e pari dignità della scuola – prosegue il presidente nazionale – sono allaradice di un sistema autenticamente democratico. Per questo è inacettabile continuare adiscettare su accademiche distinzioni fra l’affermazione di un diritto (parità giuridica) e la suapratica applicazxione (parità economica)”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy