Sulla “Parità” scolastica ora ci vuole una discussione ravvicinata

“Viste ledichiarazioni dei rappresentanti di varie forze politiche, a questo punto sul testo presentato dalGoverno occorre che il Parlamento preveda una corsia preferenziale, per una discussioneravvicinata e il raggiungimento rapido degli obiettivi previsti”: lo ha detto al Sir Luigi Morgano,segretario della Fism (Federazione italiana scuola materne), a proposito della ipotesi di”parità” scolastica che emerge dal ddl governativo presentato nei giorni scorsi da Prodi eBerlinguer. “Io però non parlerei di ‘legge paritaria’ – aggiunge Morgano – in quanto taleprovvedimento è inquadrato in un discorso più ampio e comunque prevede una gradualità cheandrà sicuramente meglio precisata dal Parlamento. Senza un termine congruo, tutto ildiscorso rischia di naufragare o nascere zoppo”. Secondo Morgano ci sono dubbi sullariduttività delle prospettive riguardanti le secondarie superiori e la formazione, mentre non sicomprende come mai sia scomparso il riferimento alle scuola “senza fine di lucro”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy