Fondazione “Populorum progressio”: interventi a favore dell’America Latina

Sarà presente anche una rappresentanza della Cei, guidata dal Presidente del Comitato pergli interventi caritativi a favore del Terzo Mondo, mons. Piergiuseppe Vacchelli, alla riunioneannuale di studio che la Fondazione ‘Populorum Progressio’ terrà a Lima dal 22 al 24 luglio.All’ordine del giorno, l’approvazione dei progetti di intervento per il 1997 che interessano, tragli altri, Bolivia, Brasile, Colombia, Costa Rica, Cuba, Cile, Ecuador, Guatemala, Honduras,Messico, Nicaragua, Perù. L’ultima giornata dell’incontro sarà dedicata all’analisi del ruolodella Fondazione in vista del Sinodo delle Americhe.”Cooperazione allo sviluppo, aiuto alle popolazioni degli indios e dei campesinos dell’AmericaLatina, scambi di doni tra le Chiese”. Sono questi i fini della Fondazione “PopulorumProgressio”, creata da Giovanni Paolo II il 9 aprile 1992 per aiutare “i più poveri tra i poveri”.La Cei, tramite il Comitato per gli interventi caritativi, finanzia direttamente la Fondazione: nel1993 è stato stanziato un miliardo; nel 1994, un miliardo mezzo. Le premesse dallaFondazione furono poste da papa Paolo VI, che costituì il Fondo “Populorum Progressio”,presso la Banca inter-americana per lo sviluppo. Il fondo fu poi trasformato da Giovanni PaoloII in Fondazione, in occasione del V centenario dell’evangelizzazione dell’America Latina.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy