Il Vescovo di Nocera: “Un ‘no’ deciso alla violenza negli stadi”

“Facinorosi che non hanno nulla a che fare con i nobili principi che regolano lo sport delcalcio”: così mons. Gioacchino Illiano, vescovo di Nocera-Sarno, ha stigmatizzato i graviincidenti con decine di feriti verificatisi ieri allo stadio di Nocera Inferiore.”Lo sport degno di tal nome, – scrive in un comunicato mons. Illiano – rende l’uomocoraggioso di fronte ai pericoli incombenti, ma non autorizza a togliere la libertà agli altri,come purtroppo è successo ieri a Nocera, né tantomeno l’autorizza ad usare violenza fisica,anche con le armi, su decine di spettatori portatisi al campo sportivo per trascorrere un’ora disano divertimento e non per assistere ad uno scontro inqualificabile tra fratelli”.”Voglio sperare – afferma ancora mons. Illiano – che l’episodio violento e teppistico di ieri nonabbia più a verificarsi tra noi. Vorrei invece che palpitassero sempre nei cuori dei giovani ildesiderio di un’autentica fratellanza e lo spirito di una costante solidarietà e che ci sicomportasse senza divisioni né discriminazioni di sorta. Pensare sempre che l’uomo èfratello, e non lupo, per l’altro. Solo così potrà fiorire sulle ceneri della violenza, la civiltàdell’amore”. Ritornare alla correttezza del vivere, conclude, “non è cosa poi troppo difficile:basterà un ‘no’ deciso, corale e responsabile”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy