Occupazione: sabato manifestazione di “Libera” a Palermo

“Lavoro e legalità non sono separabili”, dichiara don Luigi Ciotti, presidente del comitato”Libera”, che riunisce le associazioni impegnate nella lotta alla mafia e ha promosso, per il28 ottobre a Palermo, una giornata di mobilitazione nazionale sui temi dell’occupazionegiovanile, della lotta alle mafie e dello sviluppo del Sud.”Le mafie sono uno dei principali fattori di arretratezza dell’Italia – afferma don Ciotti – e, inparticolare, del Mezzogiorno. Per sconfiggerle, occorre superare la semplice denuncia perpreparare un progetto di sviluppo. Con la manifestazione nazionale del 28 ottobre, ‘Libera’ ele organizzazioni giovanili, in collaborazione con i sindacati, vogliono indicare un percorsoper lo sviluppo del Sud e sfatare un assurdo luogo comune che sostiene che la mafia creaoccupazione”.”La mafia e la corruzione – conclude don Ciotti – non danno lavoro ma sottraggono soloricchezze infinitamente maggiori di quelle che vengono elargite. Nei prossimi mesipromuoveremo nel Sud momenti di riflessione per individuare progetti concreti, chiamando alavorare con noi i sindacati, la Confindustria, il governo e le amministrazioni locali”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy