I ragazzi non vanno usati come “notizia” nè come potenziali consumatori

E’ il parere di Luciano Sgobino, presidente nazionale dell’A.Ge. (Associazione italianagenitori), in occasione del conferimento del “Premio Alcuino”, riconoscimento conferito ognianno a livello continentale dall’Epa (Associazione europea genitori). L’A.Ge. è stata premiatadal presidente della giuria, Gustav Thorn, già ai vertici della Comunità Europea, con unacerimonia che si è svolta in Lussemburgo, presso il palazzo del Granducato. Il premioall’associazione italiana è stato conferito per l’originalità dei due progetti attuati: il primo èstato il concorso internazionale “Ecco la mia famiglia”, cui hanno partecipato oltre 10 milagiovani concorrenti (fra i 6 e i 14 anni) di una decina di stati europei; il secondo è un ciclo disettimane e convegni a livello nazionale sul tema “Chi ha rubato il cielo ai ragazzi?”. Perentrambi i progetti i partecipanti hanno prodotto migliaia di disegni ed elaborati vari, chesono stati poi esposti in mostre itineranti in Italia ed Europa. “Il quadro che è emerso dalledue iniziative – dice Sgobino – è molto preciso: gli adulti spesso ‘rubano il cielo ai ragazzi’ nelsenso che li privano degli ideali, delle speranze e di ciò che trascende l’uomo. La vita cosìappare loro meno degna di essere vissuta”. L’A.Ge. opera su scala nazionale con proposte ditipo culturale, educativo, di animazione del mondo della famiglia e della scuola.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy