Card. Piovanelli su immigrazione

Condanna di ogni violenza, rifiuto delle strumentalizzazioni e delle contrapposizioni emotiveo politiche, analisi oggettiva della situazione: queste secondo il card. Piovanelli le linee daseguire per affrontare la questione nomadi a Firenze. “Affrontare seriamente la questione, hadetto oggi l’arcivescovo di Firenze in una intervista all’emittente cattolica toscana RadioMonte Serra, “vuol dire conoscenza dei problemi, acquisizione dei dati oggettivi, esameappassionato di proposte concrete nella consapevolezza delle difficoltà economiche,territoriali e psicologiche con la collaborazione delle istituzioni, del volontariato, delleassociazioni e dei cittadini”.”Seriamente – ha aggiunto Piovanelli – vuol dire anche che i mezzi di informazione debbonofavorire l’approfondita conoscenza dei problemi evitando di spingere a posizionid’intolleranza ed a dannose radicalizzazioni”. Fattori imprescindibili nell’affrontare il problemasono, secondo Piovanelli, “un atteggiamento saggio di accoglienza e solidarietà, un chiaro eforte impegno di legalità che favorisca una convivenza non selvaggia, una distribuzione dellepresenze ragionevolmente contenute, la realizzazione di un coordinamento sovracomunale el’impegno di farsi carico in tutti i modi possibili della situazione di quei paesi dove la miseriae la mancanza di libertà costringono gli uomini alla fuga”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy