L’ottica dell’espulsione non deve prevalere su quella dell’integrazione

Lo ha affermato oggi mons. Luigi Di Liegro, direttore della Caritas di Roma, durante lapresentazione del volume “Immigrazione: Dossier statistico ’95”. I diversi problemi possonoessere affrontati solo in termini positivi, ha detto mons. Di Liegro, e per questo “occorrechiedere il rispetto e l’adeguamento delle leggi in materia e l’impegno dello Stato per unaseria politica dell’immigrazione”. A tal proposito “sarebbe auspicabile un decreto legge sullavoro stagionale e la possibilità di regolarizzare le situazioni anomale”. Anche il ministro pergli Affari Sociali, Adriano Ossicini, ha ribadito la necessità di una programmazione globale,che tenga in considerazione i diversi aspetti del fenomeno. “E’ necessario essere più attential sommerso per evitare la spinta alla delinquenza – ha dichiarato Ossicini – e muoversi conprovvedimenti equilibrati, capaci di distinguere tra criminalità e clandestinità”. Il sindaco di Roma Francesco Rutelli ha invitato le forze dell’ordine a “trattare con identicaserenità, rigore ed efficacia” italiani e stranieri coinvolti in attività illegali. “Non possiamo inalcun modo accettare che il tema immigrazione sia ridotto solo ad un problema di ordinepubblico” ha sottolineato Rutelli, ricordando il “prezioso contributo dell’immigrazione a favoredella crescita della comunità”.

© Riproduzione Riservata

Quotidiano

Quotidiano - Italiano

Informativa sulla Privacy