Buona legge contro l’azzardo

Per combattere le dipendenze dal gioco "legale"

Incentivi economici agli esercenti che rinunciano alle macchinette per il gioco elettronico e distanza di sicurezza dai luoghi di aggregazione. La Regione Lombardia ha approvato il 15 ottobre una legge contro le dipendenze da gioco d’azzardo. Il provvedimento, licenziato all’unanimità, accorpa cinque proposte di legge. Tra le misure adottate per contrastare la dipendenza da gioco d’azzardo “legale” è previsto un incentivo economico mediante agevolazioni fiscali sull’Irap, con una riduzione dello 0,92% (pari, secondo una stima, a circa mille euro per ogni bar o tabaccheria) per gli esercenti che disinstalleranno le video slot. Per chi invece le manterrà, è previsto un aggravio, una “tassa di scopo” (entrate stimate in 4 milioni di euro), per finanziare prevenzione e cura delle ludopatie nelle strutture socio-sanitarie. Inoltre si attribuiscono competenze ai Comuni, che potranno vietare l’apertura di nuove sale da gioco a meno di 500 metri da istituti scolastici, luoghi di culto, oratori, impianti sportivi, strutture sanitarie e spazi di aggregazione giovanile. Provvedimento, però, non valido per quelle già esistenti. Inoltre è vietata qualsiasi forma di pubblicità alle attività di gioco d’azzardo sui mezzi di trasporto di competenza regionale. La Lombardia è la regione che detiene la spesa più alta pro capite per i videopoker: 235 euro l’anno, il 30% in più sulla alla media italiana.Legge efficace. Con questo provvedimento “salgono a 25 milioni gli italiani tutelati da una legge contro il gioco d’azzardo. E quella della Lombardia è una delle leggi migliori”, sostiene Riccardo Bonacina, direttore di “Vita”, il magazine del mondo del sociale e non profit. “Una buona legge – precisa – perché mette in mano ai sindaci dei poteri reali per contrastare chi specula sulla debolezza degli altri, ma anche perché per la prima volta introduce un premio per chi rimuove le slot e una penalizzazione per chi vi lucra. Inoltre, la legge chiama il fenomeno con il proprio nome”. Nel testo infatti si parla di “gioco d’azzardo legale” anziché di gioco “lecito” come invece indicato nel Testo unico sulle leggi di Pubblica sicurezza nazionali. “Positivo anche che l’iter di formazione della legge abbia coinvolto nella sua redazione le associazioni impegnate a contrastare il gioco d’azzardo e a curarne le vittime”. Infine, secondo Bonacina, semaforo verde al provvedimento perché prevede il sostegno economico alla prevenzione e alla cura. L’auspicio del direttore di “Vita”, che con il movimento “No Slot” è promotore di una petizione per una legge dello Stato contro il gioco d’azzardo, è che ora si arrivi finalmente a un provvedimento su scala nazionale. “In Parlamento – ricorda il giornalista – esiste un intergruppo di 150 deputati e senatori che ha proposto una legge a costo zero per le casse dello Stato”.Emergenza sociale. “È una buona legge perché agisce sul punto nevralgico della questione: cioè il giro d’interessi economici che coinvolge il mondo del gioco d’azzardo”. Lo sostiene Luciano Gualzetti, vicepresidente della Caritas ambrosiana e presidente della Fondazione San Bernardino, promossa dalle diocesi lombarde per la lotta all’usura. “Negli ultimi dieci anni – racconta – nei nostri centri di ascolto abbiamo registrato molti casi di persone che si sono impoverite o indebitate a causa del gioco. Casi spesso mascherati, ma diffusi. Purtroppo le realtà sociali possono poco di fronte a un fenomeno che ha alle spalle importanti interessi e che ha preso una strada pericolosa. Gli operatori del settore, infatti, hanno ottenuto la concessione dallo Stato dietro il pagamento di cifre rilevanti e devono fare guadagni ingenti, anche per ripagare la banche che li hanno finanziati”. Un intervento di legge, insomma, serviva. Anche Gualzetti, infine, sottolinea la positività del percorso legislativo “che ha coinvolto i soggetti sociali che si stanno occupando del problema”. a cura di Paolo Rappellino(23 ottobre 2013)

Altri articoli in Archivio

Archivio

Informativa sulla Privacy