Con la fede si conosce” “Con la fede ci si fida

Nel mondo contemporaneo c'è un oblio, una dimenticanza su quanto ci precede e ci attende. In questa situazione la conoscenza offerta dalla fede è molto importante, perché offre insieme i due ingredienti grazie ai quali si può procedere: la verità e l'amore. Meglio, la luce della verità e la luce dell'amore

Uno degli equivoci più frequenti al riguardo della fede è che questa sia cieca, nel senso che condurrebbe a credere l’irrazionale e l’inspiegabile. Se così fosse, bene farebbe l’uomo a volgersi altrove per trovare le proprie certezze. "Lumen fidei", la prima enciclica di Papa Francesco, affronta questa caricatura della fede e chiarisce che essa, al contrario, è una conoscenza. Credere non significa dunque restare nel buio, ma, piuttosto, avanzare nelle vie della comprensione di Dio ed anche di se stessi. Tutto questo va di pari passo con quella scelta personale di abbandonarsi liberamente in Dio, soprattutto quando la vita personale sembra un enigma e la evidenza della fede è percepita, in taluni momenti, come lontana da sé. Insomma, con la fede si conosce e con la fede ci si fida perché la propria esistenza è nelle mani di Dio.Parlare della conoscenza, cui guida la fede, significa porsi una domanda di fondo: l’uomo desidera conoscere? O, meglio ancora: che cosa l’uomo è impegnato a conoscere? "Nella cultura contemporanea – scrive Papa Francesco – si tende spesso ad accettare come verità solo quella della tecnologia: è vero ciò che l’uomo riesce a costruire e misurare con la sua scienza, vero perché funziona, e così rende più comoda ed agevole la vita" (25). Questa sembra oggi l’unica verità certa, l’unica condivisibile con gli altri, l’unica su cui si può discutere e impegnarsi insieme. Accanto alla verità scientifica sembra essercene un’altra, che possiede forza ed autorità: quella del singolo; o meglio, le verità che ciascuno sente come tali, in forza del fatto che promanano da se stessi con autenticità. Queste verità, però, difficilmente possono essere proposte agli altri e non sempre contribuiscono al bene comune.Così, "la verità grande, la verità che spiega l’insieme della vita personale e sociale, è guardata con sospetto"; sarebbe una pretesa da regime quella di proporre una concezione che vada oltre quello che l’individuo ha elaborato. Conseguenza di tutto questo è che anche la verità su Dio, la domanda sul significato globale dell’esistenza, che abbraccia tutti e ciascuno qui e dopo questa esistenza, la grande domanda non interessa più. Nel mondo contemporaneo c’è dunque un oblio, una dimenticanza su quanto ci precede e ci attende. "La domanda sulla verità è, infatti, una questione di memoria, di memoria profonda, perché si rivolge a qualcosa che ci precede e, in questo modo, può riuscire ad unirci oltre il nostro io piccolo e limitato".In questa situazione la conoscenza offerta dalla fede è molto importante, perché offre insieme i due ingredienti grazie ai quali si può procedere: la verità e l’amore. Mai l’uno senza l’altro. La verità offre un orizzonte su cui il singolo "io" può collocarsi ed incontrare gli altri, impegnandosi nell’edificazione del futuro. L’amore, che viene da Dio e conduce a cercare con l’altro, costituisce una spinta nella ricerca.La fede offre, dunque, la luce della verità e la luce dell’amore. "È in questo intreccio della fede con l’amore – scrive il Santo Padre – che si comprende la forma di conoscenza propria della fede, la sua forza di convinzione, la sua capacità di illuminare i nostri passi (26). La comprensione che offre la fede è quella che nasce quando riceviamo il grande amore di Dio, che ci trasforma interiormente con il donarci occhi nuovi per conoscere la realtà. In questo senso la conoscenza scientifica, assolutamente importante, viene completata in un orizzonte più ampio: "la fede allarga gli orizzonti della ragione scientifica per illuminare meglio il mondo che si schiude" (34) ed aiuta il singolo a trovare una piattaforma comune e certa su cui salire ed incontrare gli altri alla ricerca del bene comune. 

Altri articoli in Archivio

Archivio

Informativa sulla Privacy