La fede risponde alle sfide

Con il linguaggio della vita e della speranza

L’aveva detto incontrando i giornalisti sull’aereo. La basilica della “Sagrada Familia” è uno straordinario esempio di fede viva. Attualizza, in modo assolutamente moderno, il canone della cattedrale. È l’espressione di questa “sintesi tra continuità e novità, tradizione e creatività”, che rappresenta la cifra dell’impegno dei cattolici oggi, in particolare qui in Europa e nei Paesi di antica cristianità.
Con la stessa pregnanza la basilica ripropone proprio l’idea della famiglia, luogo dell’incarnazione di Gesù Cristo. Non poteva non esserci dunque, proprio nell’omelia di consacrazione della chiesa, un forte richiamo alla realtà della famiglia, alla centralità del matrimonio e della vita. Qui, in Spagna, il secolarismo ha molto battuto, qui è necessario ritrovare il senso di quell'”incontro tra fede e laicità”, oggi nuovamente necessario per lo sviluppo del nostro tessuto di civiltà.
Non possiamo accontentarci dei “progressi in ambiti tecnici, sociali e culturali. Con essi devono essere sempre presenti i progressi morali, come l’attenzione, la protezione e l’aiuto alla famiglia, poiché l’amore generoso e indissolubile di un uomo e una donna è il quadro efficace e il fondamento della vita umana nella sua gestazione, nella sua nascita, nella sua crescita e nel suo termine naturale”.
La vera libertà, ricorda Benedetto XVI, nasce e perdura solo “laddove esistono l’amore e la fedeltà”.
Il fermo, ripetuto “no” a “qualsiasi forma di negazione della vita umana” e di stravolgimento dell'”ordine naturale nell’ambito dell’istituzione familiare” è espresso così in forma positiva. Il Papa invoca adeguate misure per promuovere la parità tra uomini e donne, a sostenere matrimonio e famiglia, a valorizzare e promuovere la natalità. Servono interventi efficaci di promozione “sul piano giuridico, sociale e legislativo”. Il Papa parla con grande e fermo rispetto in un contesto, quello “zapaterista”, caratterizzato da un marcato indirizzo radicale, come mostrano anche le sparute pattuglie di contestatori, di fronte alla grandissima partecipazione popolare intorno a Benedetto XVI. “La fede risponde alle sfide”, ha detto il Papa, con il metodo della libertà e della testimonianza. Perché la speranza e il futuro passano, come testimonia il genio di Gaudì, dalla continuità di un deposito di fede e di umanesimo e dal suo continuo rinnovarsi.

Sir

Altri articoli in Archivio

Archivio

Informativa sulla Privacy