In breve

Le prime iscrizioni alla GmgDall’Asia all’Africa: Singapore e Kenya saranno presenti alla Giornata mondiale della gioventù (Gmg) del 2011 e sono solo due degli oltre 100 Paesi dei cinque continenti che saranno rappresentati alla prossima Gmg; è invece arrivato a quota 182.401 il numero degli iscritti. Questi sono gli ultimi dati della partecipazione all’appuntamento del 2011: il sito www.madrid11.com mette a disposizione di tutto il mondo un’applicazione attraverso la quale si possono conoscere le cifre delle iscrizioni secondo il Paese di appartenenza. I dati, aggiornati tutte le settimane, si possono consultare nel mappamondo interattivo nel quale i Paesi con più iscrizioni sono colorati di un azzurro più scuro rispetto agli altri. La Francia è la nazione dalla quale si sono iscritti più giovani, finora, con 43.974 presenze, un’autentica invasione “gallica” che attraverserà i Pirenei nelle prime settimane di agosto; segue l’Italia, con oltre 34.000 aderenti. Tra gli altri, c’è un gruppo di tre Paesi rappresentati da oltre 12.000 pellegrini: Germania, Spagna e Stati Uniti. La maggior parte di coloro che sono già iscritti alla Gmg – quasi 129.000 giovani – si distribuirà la settimana precedente in tutto il territorio spagnolo, partecipando ai “Giorni nelle diocesi”, nei quali convivranno con i loro coetanei spagnoli prima di dirigersi tutti a Madrid, il 16 agosto 2011, per la Gmg vera e propria.Non solo MadridMadrid non è l’unico luogo in Spagna che sarà destinato ad accogliere giovani di tutto il mondo, ma anche altre zone della Spagna si stanno preparando: nei giorni precedenti la Giornata mondiale della gioventù 2011, dall’11 al 15 agosto, molte località spagnole offriranno ai giovani di altri Paesi la possibilità di trascorrere un tempo di convivenza con altri coetanei, in preparazione della Gmg. È scritto in un comunicato diffuso il 27 ottobre dall’Ufficio stampa della Gmg di Madrid 2011. “Si può dire – si legge nella nota – che la Giornata mondiale trasformerà ogni angolo della Spagna in una piccola Babele, accogliendo giovani di tutti i Paesi dei cinque continenti: Francia, Bielorussia, Malawi, Nigeria, Stati Uniti, Argentina, Qatar, Nuova Zelanda… Ci sono oltre 65 diocesi di accoglienza – incluse la britannica Gibilterra e la francese Bayonne – che già si stanno facendo in quattro nei preparativi”. Il programma di questi giorni varia da una zona all’altra, ma tutti contemplano attività culturali, visite storiche, momenti di festa, tempo di preghiera e celebrazioni nei santuari e luoghi di pellegrinaggi, che fanno parte dell’identità religiosa locale. Inoltre, sarà offerto alloggio gratuito in scuole, centri parrocchiali, polisportivi e case. Con l’iscrizione alla Gmg si può scegliere di partecipare ai “Giorni nelle diocesi”, cui sono iscritti già 130.000 giovani. “Valencia – ricorda il comunicato accoglierà 30.000 giovani; Toledo, Santiago e Barcellona 10.000; Cádiz, San Sebastián e Córdoba 6.000. Si calcola che parteciperanno circa 300.000 giovani (il 50% dei partecipanti alla Gmg che vengono dall’estero)”. Intanto, da aprile 2010, la Croce della Giornata mondiale della gioventù sta andando pellegrina per tutta la Spagna “offrendo un’occasione d’oro per conoscere la Gmg. In questo mese la Croce ha visitato Avila, provincia che accoglierà nella settimana previa alla Gmg oltre 6.000 giovani, di 16 Paesi. Già è stato profilato il programma per quei giorni: itinerari sulla figura di santa Teresa di Gesù e san Giovanni della Croce (entrambi patroni della Gmg e con i natali in città) e altre manifestazioni delle sue tradizioni più popolari”. Sono state create anche équipe di volontari che gireranno ogni fine settimana per le località della provincia per far conoscere ai giovani la Gmg con varie iniziative. Di recente la Croce è stata anche a Pamplona con la partecipazione di oltre mille giovani.La disponibilità dei gesuitiI gesuiti che parteciperanno alla Gmg 2011 vivranno un’esperienza unica. Due settimane prima dell’inizio della Giornata trascorreranno alcuni giorni nel santuario di Loyola, culla del fondatore della Compagnia, Sant’Ignazio. Si stima che saranno 3.000 i giovani, provenienti da tutto il mondo, che a partire dal 5 agosto 2011 parteciperanno a questo programma, chiamato “Magis”. La prima settimana i giovani ignaziani convivranno nel santuario di Loyola. I giorni successivi partiranno per le città della Spagna e del Portogallo in gruppi di 25. Là parteciperanno a esperienze di pellegrinaggio, servizio sociale, arte, spiritualità, fede e cultura. La chiusura si terrà a Madrid il 15 agosto con un incontro nel quale si aggregheranno al programma della Gmg. Alla Compagnia di Gesù sperano che “lo sforzo di tanti, in questi progetti della Gmg, aiuti i giovani a vivere la loro fede con profondità in questa Chiesa nella quale desideriamo servire”. Abel Toraño, gesuita delegato per la Gmg, spiega che “il contributo della Compagnia a Madrid 2011 si può riassumere in tre punti fondamentali: la messa a disposizione di templi per le catechesi dei vescovi, la cessione di spazi per accogliere i pellegrini, l’offerta di attività per la Gmg”.

Altri articoli in Archivio

Archivio

Informativa sulla Privacy