Irlanda, Spagna, Belgio

Irlanda: i vescovi per la nota del Papa Si tiene oggi 22 gennaio, presso il St Patrick’s College di Maynooth (vicino Dublino), una riunione straordinaria della Conferenza episcopale irlandese, nel corso della quale i vescovi continueranno la discussione (già avviata all’ultima riunione del 9 e 10 dicembre) sulle indagini emerse nel Rapporto di inchiesta sugli abusi sessuali commessi nella Arcidiocesi cattolica di Dublino ai danni di minori e per opera di personale religioso. Alla riunione, i vescovi discuteranno anche la preparazione dell’indirizzo che papa Benedetto XVI rivolgerà come "Lettera Pastorale" ai fedeli di Irlanda. L’idea di una lettera pastorale era emersa all’incontro, avvenuto a Roma l’11 dicembre scorso, del Papa con i rappresentanti della Conferenza episcopale irlandese e i capi dicastero della Curia romana. In quella occasione, il Papa aveva "ascoltato le preoccupazioni" e preso conoscenza del dossier. In un comunicato della sala stampa si diceva che il Santo Padre era "profondamente turbato e scosso" dai contenuti del Report. Nell’assicurare poi che la Santa Sede avrebbe preso "molto sul serio" i punti sollevati, il Santo Padre aveva espresso il desiderio di inviare ai fedeli d’Irlanda una Lettera Pastorale in cui "indicherà con chiarezza le iniziative che stanno per essere intraprese" in risposta a questa situazione.Spagna: mobilitazione a favore della vitaAumentano sempre di più le adesioni di docenti univeristari e professionisti all’iniziativa "Referendum Vita Sì", che è stata lanciata in Spagna a favore della vita. Varie organizzazioni hanno presentato il 21 gennaio a Madrid un programma di mobilitazioni internazionali durante il semestre di presidenza spagnola dell’Unione europea, un periodo decisivo nel dibattito parlamentare sul progetto di legge sull’aborto. L’obiettivo del programma di mobilitazioni che sarà presentato oggi è che l’opinione pubblica europea conosca il rifiuto della maggioranza della società spagnola, come indicano anche i sondaggi sulla questione, del progetto abortista e "il comportamento autoritario e antidemocratico del Governo nel volerlo imporre senza una consultazione popolare", come afferma Ignacio Arsuaga, presidente di HazteOir.org, una delle organizzazioni impegnate a favore della vita. L’iniziativa "Referendum Vita Sì" conta già le adesioni, tra le altre, della rete europea degli Istituti di politica familiare, l’Istituto di politica familiare di Spagna, dei Professionisti per l’etica. Hanno chiesto un referemdum sul progetto di legge sull’aborto anche la Concapa (Confederazione cattolica di genitori di alunni), il Centro giuridico Tommaso Moro e l’arcivescovo di Toledo. Belgio: un programma di Rcf per gli italiani "Un altro piccolo momento di comunicazione per gli italiani che vivono a Bruxelles". Così il blog della Pastorale italiana di Bruxelles (www.pastoraleitalianabruxelles.com) presenta il nuovo programma radiofonico che da martdì 19 gennaio fa parte del palinsesto di RCF (Radio Chretienne Francophone), ospitata nei locali del Vicariato di Bruxelles e sostenuta dagli ascoltatori, dalla struttura della Chiesa di Bruxelles e dalle parrocchie. Il programma, a cadenza settimanale e in lingua italiana, sarà proposto ogni martedì alle 19.30. "Lo spazio che occupiamo è frutto dell’attenzione che RCF assicura alla vita delle comunità di origine straniera presenti a Bruxelles", si legge sul sito: "seguiamo l’esempio e l’iniziativa delle comunità ispanofoniche che da alcuni mesi comunicano dalla stessa radio con ‘voces peregrinas’". "Te voglio bene assai – settimanale di vita e cultura italiana in Belgio", è il titolo della trasmissione che nello "Spazio Italiano" assicurerà due brani musicali, un argomento riferito alla vita degli italiani nel mondo, uno spazio attento alla cultura e costume e alcune comunicazioni e informazioni per gli italiani di Bruxelles. La trasmissione del 19 gennaio si è occupata di "Giovani italiani in Europa e approccio pastorale: nuovo anno: quali attese?". Il programma è ascoltabile su 107.6 FM a Bruxelles oppure su www.rcf.be.

Altri articoli in Archivio

Archivio

Informativa sulla Privacy