Olanda: non c’è libertà senza verità” “

“Non dobbiamo rassegnarci alla dittatura di un’idea di libertà che ci viene imposta attraverso l’ideologia deviata di autosviluppo della malintesa autonomia che incatena i confini del nostro essere creati. Solo Dio ha l’ultima parola sulla libertà”. Con queste parole il card. Simonis, arcivescovo di Utrecht e presidente della Conferenza episcopale olandese, si rivolge ai fedeli nella sua lettera per l’Avvento diffusa il 3 dicembre. Il concetto di “libertà” è al centro di una analisi approfondita effettuata nella lettera, nella quale Simonis delinea anche la visione cattolica dello stesso concetto: “realtà molto complessa”, per l’uomo. “Esiste il pericolo”, mette in guardia l’arcivescovo di Utrecht, che vengano trascurati o negati molteplici aspetti o componenti della verità. Così facendo “permane sempre l’inclinazione a confondere la libertà con l’arbitrio e il rimanere liberi”. “La vera libertà” è, scrive Simonis, “il risultato della verità”. Senza verità la libertà rischia di spingersi “inevitabilmente fino all’arbitrio, al capriccio, alla bramosia di possesso senza limiti, alla bramosia di piacere e di onori” e, a questo proposito, cita il passo del Vangelo di Giovanni “la verità vi farà liberi.”

Altri articoli in Archivio

Archivio

Informativa sulla Privacy