Sondaggio sulla Costituzione europea” “

Mentre la Convenzione si appresta ad esporre i risultati dei propri lavori al Vertice di Salonicco che si apre oggi, i primi dati dell’indagine realizzata dall’ultimo Eurobarometro testimoniano nei cittadini Ue un ampio consenso sulla Costituzione europea ma una scarsa conoscenza della Convenzione.
Il sondaggio, basato su domande rivolte tra il 18 marzo e il 30 aprile, in parte dunque durante il conflitto in Iraq, a 16.410 persone di età superiore ai 15 anni, residenti in tutta l’Ue, e i cui risultati completi saranno disponibili nel prossimo mese di luglio, ha riscontrato che la maggior parte dei cittadini (7 su 10) vuole che continui ad esserci almeno un commissario per Stato membro e il 64% è favorevole all’idea di un ministro degli Esteri Ue. Alla domanda su come dovrebbe essere scelto il presidente della Commissione, la risposta più frequente è stata che dovrebbe essere eletto direttamente da tutti i cittadini Ue. Metà degli intervistati ritiene che la durata attuale della presidenza del Consiglio europeo sia insufficiente per raggiungere risultati significativi e debba pertanto essere aumentata. Il 47% circa è contrario all’abolizione del diritto di veto; circa 7 interpellati su 10 ritengono che l’Ue debba avere un proprio seggio nel Consiglio di Sicurezza dell’Onu, un contingente militare di reazione rapida e politiche comuni in materia di immigrazione ed asilo. Il 77% circa ritiene che la politica estera dell’Ue debba essere indipendente da quella degli Usa, mentre l’83% si attende che gli Stati membri assumano una posizione comune in caso di crisi internazionale. I cittadini continuano a preferire che le decisioni in materia di politica della difesa europea siano prese dall’Ue piuttosto che dai singoli governi nazionali o dalla Nato. Più di due terzi dei cittadini è a favore del principio di una politica comune estera dell’Ue e più di tre quarti sostiene una politica di sicurezza e di difesa comune.
D’altro canto, però, il sondaggio ha rivelato anche una notevole ignoranza per quanto riguarda i lavori della Convenzione. Se il 63% degli interpellati si è espresso in favore dell’idea di una costituzione europea, a fronte di un esiguo 10% contrario, soltanto il 39% ha saputo rispondere alle domande sul funzionamento della Convenzione. Nei confronti dell’euro, l’atteggiamento appare più positivo rispetto al precedente sondaggio dell’autunno scorso. Per ulteriori dati si può consultare il sito: http://europa.eu.int/comm/public_opinion/

Altri articoli in Archivio

Archivio

Informativa sulla Privacy