Servizio Informazione Religiosa
 Home Page 
 Quotidiano 
 . 
Quotidiano
Versione Italiana  go to the English version

18:25 - DIALOGO INTERCULTURALE: P. MAZAS (S.SEDE), NO A “PROMOZIONE TEORIA GENDER”

Un monito al Consiglio d’Europa contro la “promozione su larga scala della teoria gender”. A lanciarlo da Baku, nel corso dell’Incontro sulla dimensione religiosa del dialogo interculturale (1-2 settembre), è stato padre Laurent Mazas, direttore esecutivo del “Cortile dei gentili”, struttura di dialogo tra credenti e non credenti del Pontificio Consiglio della cultura. Pur concordando sull’importanza di sostenere “politiche valide ed efficaci perché i diritti fondamentali siano gli stessi per tutti, uomini e le donne”, il rappresentante della Santa Sede ha avvertito: “Non possiamo accettare l’imposizione di strumenti distruttivi dell’identità della persona, frutto di un‘ideologia profondamente nefasta”. Oggi, ha aggiunto con riferimento a ciò che il Papa ha definito “terza guerra mondiale” ma “a pezzetti, a capitoli”, la “nostra coscienza ci interroga”. “La maggior parte dei conflitti - ha spiegato - è alimentata dalle industrie di armi di molti paesi del Consiglio d‘Europa, non dalle nostre religioni. Che ne è stata della morale nelle nostre società?”. Un cenno, infine, al “Cortile dei gentili” e alla sua mission di contribuire a promuovere attraverso l’incontro e il dialogo tra persone di culture e convinzioni diverse, “un futuro migliore per l’umanità”.

18:25 - DIALOGO INTERCULTURALE: P. MAZAS (S.SEDE), PIÙ SOLIDARIETÀ CONTRO MALESSERE EUROPA

È nella ricerca di "una maggiore solidarietà di fatto che l‘Europa troverà il rimedio al malessere che la consuma". Ne è convinto padre Laurent Mazas, direttore esecutivo del "Cortile dei gentili", struttura di dialogo tra credenti e non credenti del Pontificio Consiglio della cultura. P. Mazas è intervenuto al settimo Incontro annuale del Consiglio d‘Europa sulla dimensione religiosa del dialogo interculturale, quest‘anno su "Il dialogo interculturale: interazione tra cultura e religione", conclusosi oggi a Baku (Azerbaigian). Il rappresentante della Santa Sede, che nel dicembre 2008 ha partecipato alla Conferenza di Baku dei ministri della Cultura e ha contribuito alla Dichiarazione di Baku per la promozione del dialogo interculturale, ha sottolineato l‘importanza e la ricchezza della diversità culturale, e ha riconosciuto all‘organismo di Strasburgo il merito di considerare il dialogo interculturale "nel suo insieme e quindi anche nella sua dimensione religiosa". Con lo sguardo rivolto quindi alla tragedia dei cristiani e delle altre minoranze religiose in Iraq, p. Mazas ha rammentato l‘accorato appello di Papa Francesco, lo scorso 9 agosto, alla comunità internazionale per "porre fine alla tragedia umanitaria in corso", e la lettera del 12 agosto inviata dal Consiglio delle Conferenze episcopali d‘Europa al Consiglio di sicurezza Onu. (segue)

18:22 - NUOVE POVERTÀ: CARITAS NAPOLI, CAMPAGNA PER DISTRIBUIRE PIÙ AIUTI ALIMENTARI

Riparte anche a Napoli - dove le nuove povertà sono in aumento vertiginoso - il nuovo programma di aiuti alimentari agli indigenti, che lo Stato Italiano ha fissato per l’anno 2014 tramite Agea (Agenzia per l’erogazione in agricoltura). “Lo stato di bisogno è in preoccupante aumento e sta dilagando anche tra nuove categorie di persone”, avverte il vicedirettore della Caritas di Napoli, Giancamillo Trani. Per sopperire a questo stato di disagio il Cair (Comitato assistenza istituti religiosi promosso dalla Caritas di Napoli), insieme alla cooperativa sociale Ambiente Solidale che da anni collabora con la Caritas per la distribuzione delle derrate alimentari, ha deciso di reagire lanciando una campagna di adesioni destinata agli enti caritativi che ridistribuiscono aiuti ai poveri. “L’idea - spiega Antonio Capece, presidente della cooperativa sociale - è accrescere il numero degli enti associati per raggiungere un numero crescente di indigenti. Lo scorso anno grazie all’impegno profuso dalla rete di associati abbiamo raggiunto un grosso risultato, fornendo generi alimentari a circa cinquantamila bisognosi”. Per rinnovare o effettuare l’iscrizione al Cair e avere diritto ad accedere al paniere di prodotti da ridistribuire ai propri assistiti nel 2014 occorre presentare domanda entro il 10 settembre 2014. Info: www.condivido.org 

18:13 - PACE: COMUNITÀ S.EGIDIO, 300 LEADER RELIGIOSI ALL’INCONTRO DI ANVERSA

Oltre 300 leader delle grandi religioni mondiali si incontreranno da domenica 7 a martedì 9 settembre ad Anversa (Belgio) per partecipare alla 28ª edizione dell’Incontro internazionale “Uomini e religioni” promosso dalla Comunità di Sant’Egidio. Tema dell’evento “La pace è il futuro: religioni e culture in dialogo cento anni dopo la prima guerra mondiale”. L’incontro di quest’anno si svolge mentre scontri armati insanguinano il Medioriente, l’Europa dell’est, l’Africa, dando luogo a drammi umanitari che provocano un flusso incessante di rifugiati. “L’anniversario della Prima guerra mondiale - osserva una nota della Comunità di S.Egidio - invita tutti a riflettere sull’inutilità dei conflitti e a impegnarsi nella costruzione di una pace stabile e duratura”. Tra i partecipanti alla cerimonia di apertura ci saranno il vescovo di Anversa, monsignor Johan Bonny, il fondatore della Comunità di Sant’Egidio, Andrea Riccardi, e il presidente del Consiglio europeo, Herman van Rompuy. Sono in programma 25 tavole rotonde che vedranno la partecipazione di rappresentanti delle religioni e del mondo politico, economico e culturale di Iraq, Siria, Kurdistan, Nigeria, Ucraina e Filippine. L’incontro internazionale si concluderà martedì 9 con una preghiera per la pace secondo le diverse religioni presenti, una processione e la proclamazione sulla “Grote Markt” dell’Appello di pace 2014.

18:02 - PREMIO ILARIA ALPI: GRITTA GRAINER, “IL 2015 SENZA PIÙ SEGRETI” (2)

Il Premio Ilaria Alpi anche quest’anno ricorderà insieme a Ilaria e Miran, anche i tanti professionisti che hanno perso la vita o la rischiano fortemente nella ricerca della verità in zone di guerra. Secondo Reporters sans frontieres sono 43 i giornalisti uccisi dall’inizio del 2014, 8 i loro assistenti, 12 i bloggers e gli attivisti che lavoravano come giornalisti, ai quali vanno aggiunti i 178 giornalisti imprigionati nelle zone di conflitto, gli 11 assistenti e 190 bloggers e attivisti ancora trattenuti. A Riccione non ci si limiterà a premiare i migliori servizi televisivi d’inchiesta dell’anno (sabato sera al palazzo dei Congressi), ma si inviteranno giornalisti, politici e magistrati a riflettere su problematiche di forte attualità: dalle mafie (tra gli ospiti il magistrato Giancarlo Caselli) all’Europa “sospesa” tra Obama e Putin (tema del dibattito di giovedì sera). Anteprima domani alle 21 a Villa Mussolini con lo spettacolo teatrale “La strada di Ilaria”, con la partecipazione di Lella Costa. Info: www.ilariaalpi.it 

18:01 - PREMIO ILARIA ALPI: GRITTA GRAINER, “IL 2015 SENZA PIÙ SEGRETI”

“Vogliamo credere che dalla ventesima edizione del Premio Ilaria Alpi, si possa dire con certezza che il 2015 sarà senza più segreti anche rispetto a chi ha occultato, depistato, fatto carte false”. Secondo Mariangela Gritta Grainer, presidente dell’Associazione Ilaria Alpi, già questo traguardo farebbe del ventesimo Premio giornalistico televisivo al via domani a Riccione (Rimini) fino a domenica, “un premio speciale”. “Il nostro impegno sarà forte e incessante”, assicura Gritta Grainer, ricordando come da due decenni l’evento riccionese chieda verità e giustizia sull’agguato avvenuto in Somalia il 20 marzo 1994, in cui oltre all’inviata Rai perse la vita anche il suo operatore Miran Hrovatin. Verità e giustizia che non sono mai arrivate in due decenni né dalla magistratura né dalla politica. Ma qualche spiraglio presto potrebbe aprirsi: “I primi documenti desecretati il 23 maggio scorso - continua Gritta Grainer - confermano che si è trattato di un’esecuzione e che fin dalle prime settimane la pista dei traffici criminali era già chiara così come i nomi di possibili responsabili. Si sono aperti forse degli spiragli per arrivare ai mandanti, agli esecutori, a chi ha occultato, depistato, mentito e finalmente avere giustizia”. (segue)

17:50 - COLDIRETTI: DA DOMANI A ROMA IL CONVEGNO NAZIONALE DEI CONSIGLIERI ECCLESIASTICI

Non solo licenziamenti e delocalizzazioni delle attività produttive, la crisi che ha colpito duramente l’Italia ha anche moltiplicato le esperienze imprenditoriali e cooperative innovative capaci di conciliare solidarietà con il giusto reddito. Anche di questo si parlerà al XXXVIII convegno nazionale dei consiglieri ecclesiastici della Coldiretti, sul tema “La fraternità: percorso profetico per un’economia dal volto umano”, che inizia domani a Roma (Ergife Palace Hotel) con il saluto del segretario di Stato vaticano, cardinale Pietro Parolin, assieme al presidente della Coldiretti Roberto Moncalvo e il consigliere ecclesiastico nazionale don Paolo Bonetti. “L’agricoltura - ricorda Coldiretti - è diventata terra di frontiera per l’integrazione di giovani, rifugiati, immigrati, carcerati, disabili e tossicodipendenti con le imprese chiamate a svolgere un ruolo attivo per il bene comune in una società a forte rischio di disgregazione”. Nell’occasione saranno presentate storie di accoglienza direttamente dagli imprenditori ma anche un’analisi sull’occupazione in agricoltura e una prima fotografia dell’agricoltura sociale in Italia. I lavori si concluderanno venerdì 5 settembre con la Messa al Santuario romano del Divino Amore presieduta da monsignor Nunzio Galantino, segretario generale della Cei.

17:35 - DIOCESI: MILANO, LUNEDÌ 8 SETTEMBRE UN INCONTRO SUL “FONDO FAMIGLIA-LAVORO”

Lunedì 8 settembre la Chiesa di Milano organizza alle ore 18 un dibattito sul tema “Fondo famiglia-lavoro: investire su chi ha perso il lavoro”. Il Fondo famiglia lavoro della diocesi ha aiutato dal 2009 ad oggi 11mila famiglie distribuendo 20 milioni di euro. Interverranno il cardinale Angelo Scola, arcivescovo di Milano; Maurizio Martina, ministro delle Politiche agricole con delega all‘Expo; Fabio Vaccarono, amministratore delegato di Google Italia; Alessandro Rosina, sociologo e demografo dell’Università cattolica; monsignor Luca Bressan, vicario episcopale della diocesi; Luciano Gualzetti, segretario generale del Fondo famiglia-lavoro. Modererà Daniele Bellasio. L’evento si svolgerà presso il Centro Congressi Cariplo, in via Romagnosi 8 a Milano. L’obiettivo è raccontare come la Chiesa si pone davanti alla crisi, ma anche capire la crisi di fronte agli scenari internazionali e nazionali: il lavoro che manca, ma pure lavoratori che non si trovano; i giovani colpiti da precarietà, disoccupazione o inoccupazione crescenti; il ruolo della scuola da ripensare; le attese dei lavoratori di domani; i modelli economici per una crisi che penalizzi meno i più deboli. Oltre ad illustrare i risultati raggiunti dal “Fondo” verranno presentate nuove sfide, chiedendo alleanze a istituzioni e imprese, rinnovando ai cittadini l’appello alla solidarietà.

17:30 - GIORNATE SOCIALI: MONS. CREPALDI, “AZIONE CARITATIVA DELLA CHIESA IN EUROPA” (2)

“Questo è così perché la Chiesa cerca il bene integrale dell’uomo - aggiunge mons. Crepaldi, in una dichiarazione rilasciata per la newletter e per il sito delle Giornate sociali europee - che include tanto la cura della sua vita spirituale, della sua vita di fede, quanto la sua promozione nei vari ambiti della vita e dell’attività umana”. La Chiesa “è sempre impegnata ad amare tutto l’uomo e a favorire la sua integrale salvezza, per questo essa intende lo sviluppo umano - e quindi anche economico, sociale, culturale - entro un quadro unitario”.

17:29 - GIORNATE SOCIALI: MONS. CREPALDI, “AZIONE CARITATIVA DELLA CHIESA IN EUROPA”

“Durante queste Giornate vorremmo risvegliare la responsabilità che ognuno di noi ha nei riguardi dell’azione sociale e caritativa della Chiesa cattolica in Europa, in risposta al richiamo di Papa Francesco che chiede alla Chiesa di uscire per evangelizzare. E tra i luoghi da evangelizzare egli indica anche l’economia, la politica, la cultura, la vita sociale”. Mons. Giampaolo Crepaldi, arcivescovo di Trieste, è anche presidente della commissione “Caritas in Veritate” del Ccee. A due settimane dall’avvio delle Giornate sociali per l’Europa, che si terranno a Madrid dal 18 al 21 settembre, promosse dallo stesso Ccee e dalla Comece, Crepaldi chiarisce le sue aspettative sull’evento. “Questo ‘uscire’ è sempre anche un ‘ritornare’, un rivolgere lo sguardo a Gesù Cristo, salvatore dell’umanità, valorizzando la storia della Chiesa come storia di salvezza e facendo memoria dei nostri santi che hanno inculturato il Vangelo nella vita dei popoli europei”, afferma il prelato. “Già ora, l’impegno delle comunità e degli organismi ecclesiali europei continua a intensificarsi in questi tempi di drammatica crisi economica, e proprio per questa ragione, sentiamo il bisogno di ricordare che ogni azione caritativa che prende le mosse dallo spirito di cristiana fraternità testimonia l’attrattiva di Cristo e la sollecitudine dei fedeli cristiani per la propria comunità di appartenenza”. (segue)

17:15 - CRISTIANI PERSEGUITATI: BELLETTI (FORUM FAMIGLIE), “TROPPO SILENZIO”

“C’è troppo silenzio attorno a questa disumana aggressione”. È quanto dichiara Francesco Belletti, presidente del Forum delle associazioni familiari, che ha aderito alla petizione lanciata da Citizengo per “Un aiuto concreto ai cristiani perseguitati”. La petizione chiede all’Unione europea e al governo italiano un urgente ed efficace impegno per difendere milioni di persone perseguitate per la propria fede religiosa. “Aderisco con profonda convinzione personale a questa iniziativa - afferma Belletti - anche per sottolineare la particolare e disumana aggressione oggi in corso in tanti Paesi ai danni delle persone di fede cristiana, anche in territori di antica compresenza pacifica. La ferocia degli ultimi attacchi esige una risposta concreta a livello internazionale”. Con la sua firma a favore della petizione di Citizengo Belletti si dice “sicuro di rappresentare il sentire diffuso del popolo dell’associazionismo familiare”.

17:03 - TERRA SANTA: DAL 5 SETTEMBRE “UNA PARTITA IN FAMIGLIA” IN “MISSIONE PER LA PACE”

L’Associazione nazionale famiglie numerose organizza dal 5 all’8 settembre in Terra Santa l’incontro di calcio “Una partita in famiglia. Missione per la pace”. L’iniziativa nasce per “rinsaldare i valori sociali, testimoniare la bellezza della vita e della famiglia e, come sta a cuore al Santo Padre, promuovere la pace fra le genti”, spiega Antonello Crucitti, fondatore della Nazionale calcio famiglie numerose. Tre partite, una a Nazareth, una a Betlemme e una a Gerusalemme nelle quali scenderanno in campo “i fratelli musulmani, i fratelli ebrei e i fratelli ortodossi, oltre alla Nazionale famiglie numerose in rappresentanza della Chiesa cattolica”. La squadra sarà sostenuta da monsignor Giancarlo Maria Bregantini, presidente della Commissione episcopale per i problemi sociali. L’evento rientra in una serie di iniziative che festeggiano il decennale della fondazione dell’associazione, che avranno culmine il 28 dicembre prossimo, giorno della Sacra Famiglia, quando la Nazionale sarà accolta da Papa Francesco “per confortare e incoraggiare le famiglie numerose nel tenere alto il valore della famiglia, senza la quale non esiste società”, prosegue Crucitti. La squadra di calcio fondata da Crucitti ha annoverato nel corso degli anni anche giocatori di spicco come Simone Brigagli (ex Milan), Damiano Tommasi (ex Roma) e Davide Nicola (ex Genova e Torino).

16:40 - MOSTRA VENEZIA: CGS/CNOS-CIOFS, 20 GIOVANI PER IL LABORATORIO CINEMA 2014

In occasione della 71ᵃ edizione della Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia, l’associazione salesiana di animazione del tempo libero Cgs/Cnos-Ciofs (Cinecircoli giovanili socioculturali) sta promuovendo il Laboratorio Venezia Cinema 2014. Circa venti partecipanti, molti dei quali giovani provenienti dai circoli di diverse regioni d’Italia, durante i dieci giorni della Mostra stanno non solo partecipando alle proiezioni in programma, ma anche seguendo in prima persona il lavoro di giuria del Premio collaterale (riconosciuto dal festival) “Lanterna Magica”, che da anni l’Associazione nazionale Cgs, in collaborazione con il Comitato per la Cinematografia dei Ragazzi, assegna alla pellicola più interessante sotto il profilo educativo. Il loro lavoro consiste, inoltre, nella stesura di schede critiche e brevi articoli di commento giornaliero che costituiranno l’edizione 2014 di “Fuori dal Coro”, l’originale diario veneziano on line sul sito: www.sentieridicinema.it, che dal 2002 accompagna gli internauti appassionati di cinema in una lettura singolare del Festival visto dall’interno e, quest’anno, attraverso una lente particolarmente giovane. La partecipazione al Festival di Venezia, per i membri dell’Associazione Cgs costituisce da sempre il punto d’arrivo di un cammino di formazione locale, regionale e nazionale.

16:30 - UE: JUNCKER PREPARA LA FUTURA COMMISSIONE ATTESA POI ALL’ESAME DEL PARLAMENTO

(Sir Europa - Bruxelles) - Occorrerà attendere ancora fino alla metà della prossima settimana per conoscere la squadra di Jean-Claude Juncker. Il presidente designato della Commissione europea, che entrerà in carica il 1° novembre, ha avviato i colloqui con i singoli candidati alla carica di commissario, indicati da ciascuno Stato membro. A parte il caso di Federica Mogherini, già designata al ruolo di Alto rappresentante per la politica estera, nonché vice presidente dell’Esecutivo, Juncker deve, secondo i Trattati, stabilire le competenze di ogni candidato, per poi assegnargli il ruolo più indicato all’interno del collegio. Ovviamente Juncker terrà conto anche delle pressioni degli Stati e del “peso politico” delle diverse capitali. Germania, Francia, Regno Unito, Spagna si stanno disputando - come già riportato dai media internazionali - le deleghe più significative, specialmente in materia di economia, concorrenza, mercato unico, commercio estero, agricoltura. Una volta definita la distribuzione delle cariche, ogni commissario dovrà superare le audizioni e il voto dell’Europarlamento. Nel frattempo prosegue il suo lavoro la Commissione in carica, guidata da Barroso. Domani la commissaria agli affari interni Cecilia Malmström interverrà in commissione libertà civili al Parlamento Ue affrontando diversi temi di attualità fra cui le migrazioni, il ruolo di Frontex e la protezione dei diritti fondamentali.

English translation


16:22 - DIOCESI: PADOVA, CORSO PER INSEGNANTI DI RELIGIONE SU “PANE, TERRA, LAVORO”

“La benedizione del pane, della terra e del lavoro dell’uomo”. È il tema del percorso di aggiornamento per gli insegnanti di religione, promosso dall’Ufficio diocesano di pastorale della scuola della diocesi di Padova, che prende il via domani (ore 14.30-18, Piccolo Teatro Don Bosco, Via Asolo 2). Ad aprire la giornata, come di consueto, sarà l’incontro del vescovo Antonio Mattiazzo con gli insegnanti di religione che operano nelle scuole del territorio diocesano. Poi il saluto del nuovo direttore dell’Ufficio diocesano di pastorale della scuola, don Lorenzo Celi, che da quest’anno pastorale 2014-2015 sostituirà in questo compito mons. Franco Costa, a cui rimane la delega specifica sugli insegnanti di religione. Centrale sarà la riflessione del vescovo Mattiazzo sul tema della giornata. L’aggiornamento per tutti gli insegnanti proseguirà lunedì 8 settembre con un secondo incontro, dalle 15 alle 18, nella stessa sede, con la partecipazione di don Alberto Cozzi, direttore dell’Istituto superiore di scienze religiose di Milano, sul tema “La terra è la nostra casa comune e noi siamo tutti fratelli” (Papa Francesco). Da settembre ad aprile, infine, gli appuntamenti di aggiornamento specifici a seconda dei cicli scolastici.

16:10 - LUOGHI DELL’INFINITO: “RITRATTI DI CITTÀ” DALLA “POLIS” ALLE PERIFERIE

Sono i “ritratti di città”, dalla pòlis alle periferie delle megalopoli, i protagonisti del numero di settembre di “Luoghi dell’infinito”, il mensile di “Avvenire” che si apre con un editoriale dell’architetto Mario Botta sulla città intesa come “la forma di aggregazione di uomini più bella, più flessibile e più intelligente che la storia abbia saputo realizzare”. All’interno, lo speciale ospita un viaggio a firma del biblista Paolo Garuti tra le forme della città antica, dalla pòlis greca passando per Roma fino a Gerusalemme, mentre Flaminio Gualdoni spiega come l’immagine e l’idea della città abbiano conquistato l’arte italiana del Novecento, introducendola nella modernità. Franco La Cecla racconta, invece, come i quartieri popolari periferici siano i portatori di una visione spesso viva e vitale della città contemporanea. Roberto Mussapi offre un’antologia di poeti, da Goethe, a Campana, a Caproni, che hanno cantato la bellezza delle città italiane, mentre Franco Cardini racconta l’epopea e la complessa simbologia di Pienza, la “città perfetta” voluta in Toscana da Pio II Piccolomini. La sezione “Arti&Itinerari” si apre con un servizio di Giovanni Gazzaneo sulle installazioni di Giuseppe Penone al Forte del Belvedere e al giardino di Boboli, a Firenze. Lucia Capuzzi intervista, invece, il grande fotografo brasiliano Sebastiao Salgado.

15:53 - PAPA FRANCESCO: CONFERMA MONS. DAL COVOLO RETTORE DELLA LATERANENSE (2)

Enrico dal Covolo è nato il 5 ottobre 1950 a Feltre nel bellunese. Ha professato i primi voti nella congregazione dei Salesiani di Don Bosco il 2 settembre 1973. Nel 1974 si è laureato in lettere classiche presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Ordinato sacerdote il 22 dicembre 1979 a Milano, ha conseguito il dottorato in teologia e scienze patristiche presso l’Istituto patristico “Augustinianum” di Roma e insegnato alla Facoltà di lettere cristiane e classiche dell’Università Pontificia Salesiana di cui è stato preside-decano e in seguito vicerettore. Nel 2003 don Pascual Chávez, l’allora rettor maggiore dei Salesiani, lo ha nominato postulatore generale per le cause dei Santi della Famiglia Salesiana. Dal 21 al 27 febbraio 2010 ha predicato gli esercizi spirituali quaresimali a Benedetto XVI e alla Curia romana. Il 30 giugno dello stesso anno il Papa emerito lo ha nominato rettore magnifico della Pontificia Università Lateranense elevandolo, il 15 settembre, alla dignità episcopale e assegnandogli la sede titolare vescovile di Eraclea. Quattro le istanze programmatiche dei suoi primi quatto anni di rettorato: l’emergenza educativa, la formazione dei formatori, la comunicazione e la pastorale universitaria. L’anno accademico in corso, il primo del secondo quadriennio da rettore, avrà come focus tematico, la riflessione sulla didattica universitaria.

15:53 - PAPA FRANCESCO: CONFERMA MONS. DAL COVOLO RETTORE DELLA LATERANENSE

Il cardinal Agostino Vallini, vicario della città di Roma, ha notificato questa mattina al vescovo Enrico dal Covolo, il documento con il quale Papa Francesco lo ha eletto e nominato rettore della Pontificia Università Lateranense per un secondo quadriennio, a norma dell’art. 10 degli Statuti della medesima Università. “Sono grato al Santo Padre che ha voluto accordarmi, per un ulteriore quadriennio, la fiducia come rettore dell’Università che, a titolo speciale, è l’Università del Papa”, ha dichiarato il rettore ricevuta la notifica: “Unitamente a tutti i professori, il personale e gli studenti, ci metteremo in ascolto del generoso magistero di Papa Francesco, cercando di fare nostra l’indicazione data agli studenti delle scuole dei Gesuiti: ‘Curare la formazione umana finalizzata alla magnanimità’”. “In ciascuno di noi - ha assicurato il rettore - risuonano le parole di Papa Francesco: ‘Educare non è un mestiere, ma un atteggiamento, un modo di essere; per educare bisogna uscire da se stessi e stare in mezzo ai giovani, accompagnarli nelle tappe della loro crescita mettendosi al loro fianco. Donate loro speranza, ottimismo per il loro cammino nel mondo. Insegnate a vedere la bellezza e la bontà della creazione e dell’uomo, che conserva sempre l’impronta del Creatore. Ma soprattutto siate testimoni con la vostra vita di quello che comunicate’”. (segue)

15:46 - MEDIA: “CATHOLICS COME HOME”, UNA SERIE TV PER RACCONTARE IL RITORNO ALLA FEDE

Una serie tv che “vi farà sorridere, vi farà piangere e vi farà ringraziare Dio per la vostra fede cattolica”. Così Tom Peterson, presidente e fondatore di “Catholics Come Home”, network americano impegnato nella produzione e messa in onda - su tv locali, nazionali e internazionali - di spot sull’evangelizzazione cattolica, presenta la nuova iniziativa girata “sul posto” in diverse città negli Stati Uniti e in Canada. La prima puntata della serie, andata in onda su Ewtn (www.ewtn.com) domenica 31 agosto, verrà replicata giovedì 4 settembre alle ore 22. Gli episodi, spiega Peterson, “sono tredici e durano 30 minuti; ognuno include un colloquio con una persona che di recente è tornata (si è convertita) a Gesù Cristo e alla Chiesa cattolica per merito di ‘Catholics Come Home’ rispondendo a una chiamata dello Spirito Santo. Gli ospiti sono ex atei, agnostici, cristiani protestanti, nonché cattolici che si erano allontanati e ora sono ritornati alla fede. Gli episodi andranno in onda ogni giovedì sera alle 22, con repliche alle 18 della domenica successiva. Facendo seguito al debutto negli Stati Uniti e in Canada a settembre, Ewtn inizierà la messa in onda della serie a livello internazionale, a partire da dicembre”. Info: www.catholicscomehome.org

15:29 - DIOCESI: VERONA, VENERDÌ FIRMA PROTOCOLLO PER ATTIVARE EMPORIO DELLA SOLIDARIETÀ

Verrà siglato venerdì 5 settembre nella Sala Giunta del Comune di Villafranca il Protocollo d’intesa tra gli enti del Tavolo di coordinamento della Vicaria Villafranca/Valeggio e la Rete talenti di Verona per attivare il servizio territoriale di “Emporio della solidarietà”, al fine di rispondere alla grave crisi economico-finanziaria che ha determinato un acuirsi del fenomeno della povertà. “Con il protocollo - spiega la Caritas veronese - le Parti s’impegnano a collaborare per consentire tutte le possibili sinergie atte a istituire un servizio di distribuzione di viveri maggiormente qualificato, mediante un percorso di condivisione di dati e prassi riguardanti l’utenza, per un monitoraggio costante e un’analisi dell’effettiva risposta al bisogno delle comunità di appartenenza, una gestione oculata e orientata delle risorse, una riduzione degli sprechi e la ricostituzione del rapporto tra l’utenza e le comunità”. A tal fine sarà attivato e promosso l’“Emporio della solidarietà”, punto di distribuzione al quale potranno accedere, secondo criteri prestabiliti, nuclei familiari residenti nel territorio, che si trovino in una condizione di reale e temporanea difficoltà e disagio familiare, lavorativo, economico e/o sociale, tale da non consentire il soddisfacimento delle necessità di base.

15:21 - SIRIA: WFP, AD AGOSTO DISTRIBUITO CIBO PER OLTRE 4 MILIONI DI PERSONE (2)

“Ogni giorno, l’assistenza alimentare fornita dal Wfp raggiunge un numero maggiore di persone. Molte di loro stanno soffrendo la fame da mesi - ha dichiarato Muhannad Hadi, coordinatore regionale del Wfp per l’emergenza in Siria -. Lavoreremo nelle prossime settimane e mesi sperando che tutte le parti in conflitto continuino a favorire un accesso sicuro a donne, bambini e famiglie rimaste fuori dalla portata degli aiuti a causa del conflitto”. Nonostante questi miglioramenti, le violenze diffuse e l’insicurezza continuano a ostacolare l’accesso del Wfp a molte aree del Paese, in particolare nei governatorati settentrionali di Al-Hassakeh, Deir-ez-Zor e Ar-Raqqa. Il Wfp è la più grande agenzia umanitaria che opera all’interno della Siria e, in collaborazione con la Mezzaluna Rossa Araba Siriana e con oltre altri venti partner, mira a fornire, ogni mese e in tutti i 14 governatorati del paese, assistenza alimentare a 4,25 milioni di persone che hanno urgente bisgno di cibo. Ogni settimana, il Wfp ha bisogno di fondi pari a 35 milioni di dollari per far fronte ai bisogni alimentari delle famiglie colpite dal conflitto in Siria e dei rifugiati nei Paesi vicini.

15:20 - SIRIA: WFP, AD AGOSTO DISTRIBUITO CIBO PER OLTRE 4 MILIONI DI PERSONE

Nel mese di agosto, il Programma Alimentare Mondiale delle Nazioni Unite (Wfp) ha distribuito cibo ad un numero record di 4,1 milioni di persone all’interno della Siria. Questi progressi sono stati resi possibili dal miglioramento dei canali di accesso che hanno favorito un incremento delle consegne transfrontaliere e nelle diverse aree di conflitto. Nelle ultime sei settimane, il Wfp e i partner hanno attraversato le linee di demarcazione del conflitto per dare assistenza a più di 580.000 persone, quattro volte il numero di persone raggiunte con la stessa modalità nelle sei settimane precedenti (137.000). Dal 25 luglio, cinque convogli transfrontalieri hanno attraversato i passaggi di Bab Al Salam, in Turchia, e di Al Ramtha, in Giordania, per portare razioni di cibo a 69.500 persone nelle aree isolate e difficili da raggiungere dei governatorati di Aleppo, Idleb, Quneitra e Da’ra. Le razioni di cibo includono riso, lenticchie, olio, pasta, bulgur, cibo in scatola, farina di frumento, fagioli, sale e zucchero. Le consegne seguono l’approvazione della risoluzione 2165 del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite che autorizza gli spostamenti degli aiuti umanitari Onu in Siria attraverso quattro valichi di frontiera. (segue)

15:11 - FUNERALI PILOTI TORNADO: MONS. MARCIANÒ, “BEATI PERCHÉ OPERATORI DI PACE” (2)

Mons. Marcianò ha poi voluto sottolineare l’impegno per la pace che i quattro capitani hanno sempre avuto a cuore nella loro professione. “San Giovanni XXIII, il ‘Papa Buono’, che ha vissuto l’esperienza di essere soldato e cappellano militare - ha ricordato - nella sua Enciclica ‘Pacem in Terris’ sottolinea come la ‘convivenza umana’, alla quale la pace è fortemente legata, sia, tra l’altro, “esercizio di diritti e adempimento di doveri”, nonché “permanente disposizione ad effondere gli uni negli altri il meglio di se stessi”. Per questo, ha continuato l’ordinario, “col Vangelo, vogliamo chiamare Mariangela, Alessandro, Giuseppe, Paolo Piero ‘beati’ perché ‘operatori di pace’. Agli operatori di pace, infatti, è donata la beatitudine di essere ‘chiamati figli di Dio’ e si diventa figli quando, come loro, si dona il meglio di sé agli altri e per gli altri, considerandoli fratelli. È proprio vero: è nella fraternità che si trova il fondamento della pace”.

15:11 - FUNERALI PILOTI TORNADO: MONS. MARCIANÒ, “BEATI PERCHÉ OPERATORI DI PACE”

“Voi avete lasciato le vostre case per rispondere a una chiamata e portare avanti una missione che vi ha uniti. E ciò che in modo particolare vi ha uniti è stata la passione: la passione per il volo, la passione per il vostro servizio”. Così monsignor Santo Marcianò, ordinario militare, nell’omelia dei funerali dei 4 piloti dell’Aeronautica Militare morti nello schianto tra i due Tornado lo scorso 19 agosto. Oggi, infatti, alle 11, si è svolta la celebrazione funebre a Ghedi (Brescia). Nell’omelia l’ordinario militare ha voluto sottolineare, tra i temi di riflessione, la consapevolezza con cui i quattro piloti vivevano la loro missione. “È proprio vero - ha detto - non si può fare un lavoro così senza passione! E, in un tempo come il nostro, in cui la disillusione sembra avvolgere il presente e il futuro, soprattutto per le nuove generazioni, è preziosa la testimonianza di chi infonde la propria passione in un impegno che dona senso alla vita”.(segue)

14:49 - ORATORI: 2° HAPPENING NAZIONALE AD ASSISI DAL 4 AL 7 SETTEMBRE

Dal 4 al 7 settembre Assisi sarà la capitale degli oratori, radunati per il 2° Happening nazionale (H2O) organizzato dal Forum degli oratori italiani (Foi). In arrivo nella cittadina umbra animatori da oltre 65 diocesi italiane per incontri, gemellaggi, workshop e momenti di festa sul tema “LabOratori di Comunità”. Dopo una prima edizione nelle diocesi di Bergamo e Brescia nel 2012 e un incontro per i responsabili a Loreto nel 2013, l’evento si prepara ad approfondire il tema con momenti di scambio, formazione e programmazione d’iniziative future. Il cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia-Città della Pieve, in occasione della recente presentazione ai vescovi umbri dell’evento ha parlato di una “nuova primavera” degli oratori, evidenziando quanto da lui rilevato nella visita pastorale alle comunità parrocchiali della sua diocesi. “Ho notato - ha dichiarato - nelle parrocchie dove ha preso corpo l’attività oratoriale una maggiore vivacità per l’intera comunità. Oggi l’oratorio è un centro vivo attorno al quale ruotano le attività più importanti di ogni comunità che rivolge a fanciulli e ragazzi: dalla catechesi all’animazione ricreativa fino a quelle culturali, caritative e missionarie, che sono espressione dell’intera comunità cristiana. L’oratorio ha una sua centralità ed è punto di riferimento per tutti anche a livello sociale”. Info: www.oratori.org, HappeningOratori (Facebook), @H2Oratori (Twitter).

14:24 - STORIA RELIGIOSA: CARD. SCOLA, DIALOGO CRISTIANESIMO-ISLAM E FUTURO DI PACE (2)

Nel suo messaggio alla Settimana di studi euromediterranea, il card. Scola aggiunge: “Il dialogo tra il cristianesimo e la religione islamica, che ha conosciuto in quelle terre” (Cartagine, i territori limitrofi e il nord Africa) “tappe ed evoluzioni che meritano di essere ricordate”, è “un ulteriore motivo di interesse” a Gazzada. Secondo l’arcivescovo “abbiamo bisogno di luoghi che ci aiutino a pensare per avere maggiore consapevolezza dei nostri compiti e delle nostre responsabilità nella costruzione di una relazione e di un dialogo che non si è mai rivelato facile, ma che rappresenta il futuro” per “tutta l’umanità”.

English translation


14:23 - STORIA RELIGIOSA: CARD. SCOLA, DIALOGO CRISTIANESIMO-ISLAM E FUTURO DI PACE

“Parlare del Maghreb, della sua storia cristiana (intrisa di santità e di martirio, oltre che di teologia e di magistero), del suo passato e presente islamico, risulta di scottante attualità di questi tempi in cui avvenimenti politici e sociali hanno riportato quella terra al centro della nostra attenzione, rendendola un ingrediente decisivo nella costruzione del nostro futuro”. Il card. Angelo Scola, arcivescovo di Milano, ha inviato un messaggio ai partecipanti alla Settimana europea di storia religiosa euro-mediterranea che ha preso avvio oggi a Villa Cagnola di Gazzada (Varese), proseguendo fino al 6 settembre, con tema “Il Maghreb nella storia religiosa di cristianesimo e islam”. “Tornare ad ascoltare il pensiero di santi come Agostino, Cipriano, Tertulliano e le loro fatiche per inculturare il cristianesimo nascente; ricostruire il dramma delle varie dominazioni e del processo di islamizzazione di quelle terre, sono esercizi” che “assumono nel nostro frangente un interesse di forte attualità”. “Ci aiutano a cogliere - afferma il cardinale - la portata dei drammi che oggi vediamo consumarsi in quelle terre; ci rendono più comprensibile la situazione di frammentazione e la fatica a costruire cammini di riconciliazione politica e sociale; ci forniscono energie per un impegno più convinto per un futuro di pace e di dialogo”. (segue)

English translation


14:21 - VERDE PUBBLICO: COLDIRETTI, ATTENZIONE ALL’INCURIA

“Il verde urbano pubblico è aumentato negli anni della crisi e ha raggiunto nei capoluoghi di provincia oltre 577 milioni di metri quadrati che corrispondono a una disponibilità media di 32,2 metri quadri per abitante”. È quanto emerge da una analisi della Coldiretti dalla quale si evidenzia però che a causa della carenza di manutenzione aumentano i rischi per i cittadini soprattutto a seguito degli eventi climatici estremi. “La densità media del verde urbano è del 2,7%, con la Capitale Roma che - sottolinea la Coldiretti - sale al 3,5%, ma tra i capoluoghi che spiccano per un’elevata densità del verde urbano ci sono numerose città del Nord”. Il tema del verde pubblico è “uno dei parametri che vengono utilizzati per valutare la vivibilità di un territorio e l’attenzione di una amministrazione per il benessere dei propri abitanti, ma l’analisi dei metri quadrati di estensione delle aree a verde, più o meno spontanee, più o meno ornamentali, non può essere disgiunta - sostiene la Coldiretti - dalla verifica delle risorse economiche e delle professionalità che vengono investite per la manutenzione e la corretta gestione di queste aree”. L’aumento delle aree verdi “va accompagnato da una attenta cura che spesso si scontra con i tagli finanziari che molte amministrazioni, in tempi di crisi, sono costrette ad operare sulla gestione del verde pubblico”.

13:50 - SPAGNA: CONSEGNA DEL PREMIO CITTÀ DI GUADIX ALLA CARITAS DIOCESANA

In occasione della Festa della Vergine della pietà, a Guadix, stasera saranno consegnati i premi Città di Guadix. Tra gli insigniti quest’anno figura la Caritas diocesana. Sarà premiata anche la società cooperativa “Acci Asistencia”. La Caritas diocesana, si legge nella motivazione, riceve il premio Città di Guadix in occasione del suo cinquantenario. In questo mezzo secolo la Caritas ha aiutato molto persone e ha fatto molto bene nella diocesi di Guadix, in una delle zone più svantaggiate del Paese. Nel corso del 2014 si stanno organizzando diverse iniziative per celebrare questa data. Il riconoscimento della città di Guadix al lavoro della Caritas si aggiunge agli altri apprezzamenti che quest’istituzione ecclesiale sta ricevendo da parte di tutti. “Acci Asistencia” è una società cooperativa dedicata alla cura degli anziani. È costituita da quattro soci e annovera oltre ottanta lavoratori.
 

English translation


13:20 - FAMIGLIA: REGGIO CALABRIA, DOMENICA PRIMA VEGLIA DELLE “SENTINELLE IN PIEDI”

Domenica 7 settembre si terrà a Reggio Calabria in piazza Italia, con inizio alle ore 18.30, la prima veglia organizzata dalle “Sentinelle in Piedi”. La manifestazione vuole “esprimere e difendere il valore della famiglia naturale, intesa come l’unione di una donna e di un uomo attraverso la quale viene generata la vita, e per ribadirne la sua importanza e la sua centralità ancora oggi nella società”. Anche a Reggio Calabria, un gruppo di cittadini ha inteso partecipare alla rete delle “Sentinelle in Piedi”. “Oggi - dice Luigi Acopino, portavoce delle Sentinelle in Piedi di Reggio Calabria - la famiglia sta subendo un pensante attacco culturale da parte di alcuni gruppi che vorrebbero rovesciare le fondamenta sulle quali da sempre si fonda ogni tipo di società. Ma parlare di famiglia, difendere la famiglia non può essere considerato un reato penale evitando così qualsiasi tipo di confronto. La famiglia è una risorsa per la società perché è questo il luogo in cui si garantisce la continuità generazionale, ed è in questo luogo che una persona inizia a relazionarsi all’altro ed a costruire la sua identità. È in famiglia che si scopre la dignità della persona, ed è sempre in famiglia che si vive il principio di solidarietà quando i grandi accudiscono e crescono i più piccoli e gli adulti non abbandonano gli anziani”.
 

13:01 - SOLIDARIETÀ: CSV PARMA, AL VIA LA CAMPAGNA “TUTTI A SCUOLA CON LO ZAINO”

Torna la campagna che pensa ai bambini delle famiglie colpite dalla crisi. Fino al 30 settembre, a Parma, il volontariato raccoglie zainetti e materiale scolastico usato e nuovo. L‘anno scolastico sta per ripartire, ma per molte famiglie rappresenta un motivo di preoccupazione, per la difficoltà di far fronte alle spese che comporta: zaini, astucci, quaderni aumenteranno, secondo le ultime stime di Federconsumatori, dell‘1,4%, mentre il prezzo dei libri salirà dell‘1,6% rispetto al 2013. A Parma allora le associazioni di volontariato si mobilitano e replicano la campagna “Tutti a scuola con lo zaino” che ha già avuto successo lo scorso anno, raccogliendo ben 700 zainetti. Il meccanismo è semplice: fino al 30 settembre si possono portare zaini, astucci, penne, colori e quaderni, tutto ciò che serve per il corredo scolastico, in tanti punti di raccolta allestiti in città e provincia. I volontari delle associazioni, delle comunità parrocchiali, dei centri di accoglienza e degli enti che sul territorio svolgono attività di assistenza, distribuiranno immediatamente il materiale raccolto a chi ne ha bisogno. Insieme al Csv di Parma, sono in tanti a credere in questa operazione. Tra gli altri, Centoperuno per l‘Emporio di Parma, Cav, Casa della Giovane, Associazione Portos, Comunità Betania, Caritas di Parma, Liceo Bertolucci Gruppo per la vita.
 

12:36 - PADRE PIO: A PIETRELCINA MESSA PER ANNIVERSARIO APPARIZIONE PRIME STIMMATE

Sarà il vescovo di Avellino, monsignor Francesco Marino, a presiedere, domenica 7 settembre, la liturgia eucaristica a Pietrelcina (Bn) in ricordo dell’apparizione delle prime stimmate di Padre Pio - quelle dette “invisibili” - ricevute proprio a Pietrelcina, il 7 settembre 1910. “Ieri sera mi è successo una cosa che io non so né spiegare e né comprendere. In mezzo alla palma delle mani è apparso un po’ di rosso quasi quanto la forma di un centesimo, accompagnato anche da un forte e acuto dolore. Questo dolore era più sensibile in mezzo alla mano sinistra, tanto che dura ancora. Anche sotto i piedi avverto un po’ di dolore. Questo fenomeno è quasi un anno che si va ripetendo, però adesso era da un pezzo che più non si ripeteva”, scrive padre Pio l’8 settembre 1911 in una lettera a padre Benedetto da San Marco in Lamis per raccontare l’apparizione delle sue prime stimmate. Un dono ricevuto a circa un mese dalla sua ordinazione sacerdotale mentre si trovava in preghiera nelle campagne di Piana Romana dove i genitori del santo pietrelcinese avevano una masseria.
 

11:54 - GIOVANI: UNIV. EUROPEA, UN CONCORSO PER SENSIBILIZZARE SULLA STORIA

Un concorso per sensibilizzare i giovani ad una visione più ampia della storia. Lo organizza l’Università Europea di Roma. Il concorso di storia e filosofia si terrà mercoledì 17 settembre, a partire dalle ore 9,30 in via degli Aldobrandeschi 190. Saranno messi in palio cinque esoneri parziali dei contributi accademici per l’iscrizione al corso di laurea in Filosofia e Storia dell’Università Europea di Roma riservati ai candidati più brillanti selezionati mediante un questionario di 40 domande cui farà seguito un colloquio orale. “Lo studio della storia e della filosofia, oggi più che mai - spiegano all’Università -, rappresenta un’opportunità di crescita e di arricchimento culturale per le nuove generazioni, soprattutto per la riscoperta delle molteplici radici che sostengono l’identità europea contemporanea: la sapienza del mondo ellenistico-romano, il cristianesimo, le conquiste dell’età dell’illuminismo fino agli sviluppi dell‘età contemporanea”. Il corso di laurea triennale in Filosofia e Storia fornisce gli strumenti critici per comprendere la storia, la letteratura e il pensiero filosofico dall’antichità all’età contemporanea, con particolare attenzione alla storia europea. Tra gli obiettivi, la formazione integrale della persona: unire la formazione culturale e professionale con quella umana, etica e deontologica. Info: www.unier.it.
 

11:29 - PAPA FRANCESCO: A SANTA MARTA, SPIRITO DI CRISTO È “IDENTITÀ CRISTIANA” NON LAUREE (2)

Durante la messa in Santa Marta, Papa Francesco ha poi osservato: “L’autorità di Gesù - e l’autorità del cristiano - viene proprio da questa capacità di capire le cose dello Spirito, di parlare la lingua dello Spirito. Viene da questa unzione dello Spirito Santo”. “Tante volte troviamo fra i nostri fedeli, vecchiette semplici che forse non hanno finito le elementari, ma che ti parlano delle cose meglio di un teologo, perché hanno lo Spirito di Cristo. Quello che ha San Paolo. E tutti noi dobbiamo chiedere questo. Signore donaci l’identità cristiana, quella che Tu avevi. Donaci il Tuo Spirito. Donaci il Tuo modo di pensare, di sentire, di parlare”.
 

11:28 - PAPA FRANCESCO: A SANTA MARTA, SPIRITO DI CRISTO È “IDENTITÀ CRISTIANA” NON LAUREE

“Noi abbiamo il pensiero del Cristo e cioè lo Spirito di Cristo. Questa è l’identità cristiana”. “Tu puoi avere cinque lauree in teologia, ma non avere lo Spirito di Dio. Forse tu sarai un gran teologo, ma non sei un cristiano, perché non hai lo Spirito di Dio”. Invece “quello che dà autorità, che ti dà identità è lo Spirito Santo, l’unzione dello Spirito Santo”. Durante l’omelia della celebrazione eucaristica a Santa Marta, Papa Francesco ha commentato questo mattina il brano evangelico in cui si legge che la gente era stupita dell’insegnamento di Gesù, perché la sua parola “aveva autorità”. Da qui si è mossa la riflessione del Pontefice, segnalando che il profilo del fedele cristiano è legato allo “Spirito di Cristo” e non allo “spirito del mondo” oppure alla sapienza umana. Gesù stesso “non era un predicatore comune”, perché la sua “autorità” gli deriva dall’“unzione speciale dello Spirito Santo”; egli è “il Figlio di Dio unto e inviato a portare la salvezza, a portare la libertà”. Bergoglio ha dunque spiegato: “Noi possiamo domandarci quale sia la nostra identità di cristiani?”. “Se noi cristiani non capiamo bene le cose dello Spirito, non offriamo una testimonianza, non abbiamo identità”. (segue)
 

11:10 - DIOCESI: CARITAS VITTORIO VENETO, CONFERENZA SU “LA GUERRA VISTA DA GENTE COMUNE”

“Non sono le ferite da pallottole per i soldati la prima e più grave conseguenza di una guerra. È la gente comune, invece, a pagare il prezzo più alto: donne che non riescono ad arrivare in ospedale per partorire, malati senza aiuto perché gli ospedali sono bloccati. In guerra la maggior parte delle vittime sono civili”. È la testimonianza di Mauro Dalla Torre, medico responsabile dei programmi chirurgici della Croce rossa internazionale a Nairobi in Kenya. Dalla Torre parlerà della sua esperienza giovedì 4 settembre alle 20.30 a Vittorio Veneto, presso la sede della Caritas diocesana. Il medico originario di Oderzo lavora da dieci anni in zone di guerra, dall’Uganda all’Etiopia al Darfur. Al centro del suo racconto “La guerra vista da gente comune” ci sarà soprattutto Gaza e il conflitto israelo-palestinese dei mesi scorsi: a Gaza Dalla Torre ha cominciato a lavorare all’ospedale di al-Shifa. L’evento è organizzato dalla Caritas diocesana.
 

10:27 - SPORT: VATICANO, SEMINARIO INTERNAZIONALE PER UNA “CULTURA DELL’INCONTRO”

Entra nel vivo il seminario internazionale “Lo sport è per l’uomo”. Dalla ‘cultura del risultato’ alla ‘cultura dell’incontro’” (1 - 3 settembre), promosso dal Pontificio Consiglio della cultura in collaborazione con l’Ufficio nazionale della Pastorale del tempo libero, turismo e sport della Cei e la Fondazione Giovanni Paolo II per lo sport, in occasione della partita interreligiosa per la pace tenutasi ieri sera all’Olimpico di Roma su ispirazione di Papa Francesco. Ad inaugurare l’incontro, ospitato dal Dicastero vaticano e al quale partecipano i responsabili dell’associazionismo sportivo cattolico internazionale, è stato ieri sera monsignor Melchor Sánchez de Toca Alameda, sottosegretario del Pontificio Consiglio e responsabile del Dipartimento cultura e sport. Oggi, dopo la visita al “Cubicolo degli atleti” nelle Catacombe dei Ss. Marcellino e Pietro, una giornata di riflessione sul valore educativo, culturale e spirituale dello sport perché “occorre ripartire dalla formazione di una nuova classe di dirigenti e di allenatori, capace di creare un nuovo modello di cultura sportiva e una nuova civiltà più umana”. Tra gli obiettivi dell’incontro anche la preparazione della Vatican Global Conference on Sport and Faith (10-11 settembre 2015), primo incontro internazionale in Vaticano con i vertici dello sport mondiale. Domani la partecipazione all’udienza generale di Papa Francesco in piazza s. Pietro.

10:21 - DIOCESI: PALERMO, IN ONORE DI SANTA ROSALIA INIZIATIVE AL MUSEO PER I BAMBINI

In occasione dei festeggiamenti per Santa Rosalia, il 4 settembre, giorno onomastico della Santa, il Museo diocesano di Palermo non chiude ma rimane aperto la mattina e organizza un evento per i bambini, alla scoperta delle collezioni museali, della storia e delle opere raffiguranti la Santuzza e le altre Sante Vergini patrone. Da oggi al 13 settembre, alle ore 10.30, tre volte alla settimana, i giorni di martedì, giovedì e sabato, si svolgerà un percorso didattico con attività ludiche per bambini da 6 a 13 anni, alla scoperta della Santa e della sua storia. Una maniera per riunire la famiglia in un luogo di cultura, storia e devozione all’insegna dell’intrattenimento e del gioco. Nello stesso periodo, la direzione del museo ha stabilito di offrire gratuitamente il servizio di attività didattica. Il Museo diocesano di Palermo ha una delle più ricche ed interessanti collezioni di pitture raffiguranti Santa Rosalia, a partire dalla tavola del XIII secolo in cui è tradizionalmente ritratta la patrona in abiti che rimandano ad un‘altra tela molto importante del 1703, dipinta da Giacinto Calandrucci per la chiesa del SS. Salvatore di Palermo. Si tratta del dipinto che voleva riaffermare la partecipazione della Santa all‘ordine Basiliano prima di recarsi in romitaggio sul Monte Pellegrino di Palermo.
 

10:10 - DIOCESI: TERNI, STASERA VEGLIA DI PREGHIERA PER LE ACCIAIERIE CON IL VESCOVO

In questo momento di grande preoccupazione per le Acciaierie di Terni, la Chiesa di Terni-Narni-Amelia fa proprie le preoccupazioni di tante famiglie e delle istituzioni civili del territorio, manifestando la propria vicinanza e il sostegno agli operai e affidandosi totalmente alla forza della preghiera. In prossimità dell’incontro del 4 settembre tra il Governo e la dirigenza della ThyssenKrupp, la diocesi invita tutta la comunità ecclesiale e cittadina alla veglia di preghiera per il lavoro, che si terrà stasera dalle ore 21 nel santuario di Sant‘Antonio di Padova a Terni, presieduta dal vescovo Giuseppe Piemontese. Una veglia per invocare l‘aiuto di Dio per i lavoratori che rischiano il posto di lavoro, per le fabbriche in crisi, perché la città possa rinascere nell‘amore, nella solidarietà e nella giustizia. “Non sia solo la logica del profitto a determinare le scelte, ma la giustizia e l’equità - è l’auspicio di monsignor Piemontese -. Siamo convinti che non vi siano solo soluzioni univoche ai problemi che sono sul tavolo. Chi deve decidere non scelga la strada più breve, che può sembrare più redditizia, ma che lascia nel profondo un senso di angoscia per le tante sofferenze seminate. Qui parliamo di uomini, donne, famiglie, bambini, cancellati con un tratto di penna sulla supposta colonna delle perdite per aumentare le cifre sulla colonna dei ricavi”.
 

09:33 - SALUTE: COLDIRETTI, “ATTENZIONE AI CIBI SCADUTI” AL RIENTRO DALLE FERIE (2)

“Al rientro dalle ferie una particolare attenzione - continua la Coldiretti - deve essere poi riservata al controllo della funzionalità del freezer e del congelatore per sincerarsi che non vi siano state interruzioni del funzionamento”. A questo proposito, precisa la Coldiretti, “lo sviluppo di ghiaccio sulle confezioni esterne di surgelati o anche della carne sta ad indicare che è avvenuta una interruzione del freddo ed è quindi consigliabile non consumare i prodotti interessati”. All‘interno del frigorifero “vanno eliminate le confezioni già aperte di latte, succhi di frutta o conserve come pure quelle di tonno e sottoli se l‘olio non copre integralmente il prodotto. Anche le vaschette di yogurt che si presentano gonfie in modo anomalo sono pericolose perché possono essersi verificate fermentazioni indesiderate”. Non solo: “Eliminare in ogni caso gli omogeneizzati già aperti ed i salumi già affettati che presentano segni di ossidazione come pure gli eventuali ‘avanzi’ dimenticati alla partenza. Un consiglio che a maggior ragione va seguito se i prodotti già aperti sono stati lasciati fuori dal frigorifero di casa”. Occhio anche all’“eventuale sviluppo di muffe su formaggi o salumi. La presenza di insetti che si manifestano con larve o minuscole farfalline può riguardare anche - conclude la Coldiretti - le confezioni già aperte di riso o pasta sulla quale si possono sviluppare muffe”.
 

09:32 - SALUTE: COLDIRETTI, “ATTENZIONE AI CIBI SCADUTI” AL RIENTRO DALLE FERIE

“Con più di otto italiani su dieci che non buttano il cibo scaduto, al rientro dalle vacanze quest‘anno è allarme in dispensa dove è necessario fare le verifiche indispensabili a garantire l‘integrità dei cibi che si portano a tavola per evitare di avere spiacevoli disturbi”. Lo afferma la Coldiretti sulla base del rapporto 2014 di Waste watcher knowledge for Expo dal qaule si evidenzia che nel 2014 sono aumentati del 18% gli italiani che non gettano cibi scaduti anche per colpa della crisi. “È innanzitutto necessario verificare nelle case la data di scadenza dei cibi che va distinta però dal termine minimo di conservazione riportato con la dicitura ‘Da consumarsi preferibilmente entro’ che indica - sottolinea la Coldiretti - la data fino alla quale il prodotto alimentare conserva le sue proprietà organolettiche e gustative, o nutrizionali specifiche in adeguate condizioni di conservazione, senza con questo comportare rischi per la salute in caso di superamento seppur limitato della stessa”. La data di scadenza vera e propria, precisa la Coldiretti, è invece “la data entro cui il prodotto deve essere consumato e anche il termine oltre il quale un alimento non può più essere posto in commercio. Tale data di consumo non deve essere superata altrimenti ci si può esporre a rischi importanti per la salute”. (segue)
 
 

09:00 - COMECE: RIVISTA “EUROPEINFOS” INDAGA SUL RAPPORTO TRA REGNO UNITO E UE

Attento alla fase che precede l’“alzarsi del sipario sulla nuova commissione”, come scrive padre Patrick Daly nell’editoriale di “EuropeInfos” di settembre, è il nuovo numero del mensile della Commissione degli episcopati della Comunità europea (Comece), disponibile online (www.europe-infos.eu). Tra le questioni approfondite la vicenda di David Cameron e la sua opposizione a Jean-Claude Junker alla presidenza della Commissione, in parte diffidenza storica del Regno Unito verso l’Ue, come segnala Frank Turner, e in parte “tentativo di competere con il partito indipendentista Ukip nel raccogliere le voci anti-europee, sforzo che risponde a un imperativo elettorale, ma che limita il Regno Unito stesso”. Johanna Touzel descrive invece gli “esami” a cui i candidati commissari saranno sottoposti a settembre dall’Europarlamento per “testarne le competenze”. Si parla anche di “Garanzia per la gioventù”, raccomandazione della Commissione che nel 2013 metteva a fuoco la formazione giovanile come antidoto alla disoccupazione. Il Partenariato trans-atlantico per il commercio e gli investimenti (Ttip), tema più volte affrontato anche dal presidente Comece, cardinale Reinhard Marx, viene analizzato con un approfondimento sulla futura discussione circa “l’omologazione dei prodotti alimentari geneticamente modificati” e sulle questioni legate alle regole sugli investimenti internazionali.
 

English translation



ACQUISIZIONE IN FORMATO TXT




Come Abbonarsi ?


Note e commenti
Photonotizie
Infografiche
Ultima Settimana
Commento al Vangelo