Servizio Informazione Religiosa
Prima Pagina
 
Venerdì 28 Dicembre 2012
FIGLI CON UN SOLO GENITORE
Non è la stessa cosa
In Italia 2.400.000 bambini crescono senza padre e 400.000 senza madre

Francesco Belletti, presidente del Forum delle associazioni familiari (www.forumfamiglie.org), commenta al Sir il fenomeno dell’aumento del numero dei figli cresciuti da un solo genitore: negli Stati Uniti, secondo i dati raccolti dal Census Bureau e dall’American Community Survey, 15 milioni di bambini, addirittura uno su tre, cresce senza il padre e altri 5 milioni senza la madre. In Gran Bretagna, invece, avere un padre risulta nella top 10 dei regali chiesti a Babbo Natale: un dato che fa pensare. Anche in Italia sono oltre 2 milioni e 800 mila i bambini inseriti in famiglie monogenitoriali: 2 milioni e 400 mila circa vivono senza padre e altri 400 mila senza madre.

Quanto incide sulla vita di un bambino vivere con un solo genitore?
“Nell’educazione di un bambino sin dall’origine la differenza sessuale dei genitori è fondamentale, soprattutto essere genitori in coppia da padri e madri è un dato molto importante. Nell’alleanza di coppia si origina la cura per i bambini. Il dato di una crescente presenza di bambini costretti a vivere senza uno dei genitori deve allarmarci: può anche sembrare un dato di maggiore libertà e di possibilità di scelta per gli adulti, ma il bene dei bambini andrebbe messo al primo posto. Questo chiama a una maggiore responsabilità nel progetto di coppia, nell’impegno per sempre, tutti valori che attorno alla parola matrimonio un tempo trovavano una custodia anche sociale. È un po’ la crisi del matrimonio che si porta dietro insieme causa ed effetto di questa grande difficoltà”.

Crescere con un solo genitori è un fenomeno figlio dei nostri tempi?
“Nei secoli precedenti i bambini spesso sono stati orfani, ma per assenze traumatiche, perché le madri morivano molto più frequentemente per il parto e gli uomini morivano molto più giovani. Non è assolutamente nuova la situazione di essere senza genitori, la letteratura è piena di queste situazioni, ma segnalava anche l’impoverimento di questi bambini senza genitori. La società contemporanea, invece, vorrebbe raccontare che stare con un solo genitore è la stessa cosa che avere entrambi i genitori, stabili, fissi, sempre presenti e accessibili per il bambino. Ma non è vero: la stabilità della coppia è la prima risorsa per il benessere del bambino”.

L’aumento dei figli con un solo genitore dipende dall’incapacità di prendere un impegno per sempre come coppia?
“Da un lato, c’è questa illusione del fare famiglia senza matrimonio, del diventare genitori senza un vincolo, una stabilità e senza una forte alleanza tra genitori e comunità sociale. In passato l’assistenza e la cura dei figli era sia dei genitori sia della società nel suo complesso e il matrimonio era il luogo di quell’alleanza esplicita. Oggi i genitori sono abbandonati e questo è un cambiamento che impoverisce le famiglie, gli adulti e anche i bambini. Dall’altro lato, bisogna leggere diversamente questi dati. In molti casi di bambini che vivono solo con le madri o solo con i padri c’è il tentativo della coppia di restare genitori nonostante la separazione. Questa è una fatica che va guardata con grande simpatia e attenzione da parte della società, perché ormai le separazioni avvengono anche in Italia e bisogna aiutare padri e madri a restare genitori dei propri figli anche quando non si vive più nella stessa casa. Sicuramente la qualità di questa genitorialità a distanza dipende molto dal grado di conflittualità dei genitori. Credo che in Italia questa co-genitorialità a distanza sia più presente che negli Stati Uniti, dove ci sono moltissimi casi di gravidanze di adolescenti con un’oggettiva perdita assoluta di uno dei genitori. In Italia c’è questo nuovo laboratorio che dovrebbe essere assistito e accompagnato un po’ di più per non lasciare da soli i genitori”.

Per un bambino crescere con un solo genitore crea problemi affettivi e anche economici?
“La separazione è un grande stress dal punto di vista delle relazioni, dell’identità, del progetto di vita e anche dal punto di vista della situazione economica, perché è un oggettivo impoverimento di entrambi i genitori, ovunque stiano i figli. Per i bambini viene a mancare la quotidianità, la presenza, il tempo passato insieme. Questo tema ci ricorda la grande responsabilità dei genitori nei confronti dei figli, del dare un pezzo di vita per loro. A causa della crisi, poi, anche in Italia c’è il fenomeno della mobilità lavorativa, per cui è sempre più frequente che un genitore si allontani dal luogo dove vive la famiglia. Questo fenomeno negli Stati Uniti è molto più drammatico: quando una coppia separata si trova a mille chilometri di distanza l’accesso al figlio è praticamente impossibile. Al di là di una cattiva retorica che dice che basta separarsi civilmente perché ai bambini non succeda niente, bisognerebbe riaffermare che la separazione è una ferita per i partner ed è tanto più una ferita per i bambini. Le ferite si possono curare, si può continuare a vivere, ma non si può dire che il dolore non esiste. Forse è questo il messaggio che i dati ci dovrebbero costringere ad accogliere con più forza: la separazione è un fattore dannoso”.




Tutti gli altri articoli della settimana

Venerdì 29/08
PER ORDINE DEL GOVERNO
Ancora senza voce
in Sud Sudan
"Radio Bakhita"
Le trasmissioni dell’emittente diocesana interrotte dopo un notiziario sulla guerra civile: in un servizio si affermava che sarebbe stato l’esercito ad attaccare i ribelli nei pressi dell’importante città di Bentiu, ma si dava conto anche della versione ufficiale, di segno diametralmente opposto. La decisione delle autorità è stata severamente criticata dall’Unione europea, dall’Onu e dalle Ong
Venerdì 29/08
LA RUSSIA SCONFINA
"Perdere l'influenza
sull'Ucraina
è inaccettabile per Putin"
Parla Aldo Ferrari, direttore della ricerca su Russia, Caucaso e Asia Centrale dell'Ispi di Milano: "Si arrivi ad una trattativa tra Russia, Ucraina, Unione europea e Stati Uniti per trovare una soluzione globale. Tutti seduti ad uno stesso tavolo, avendo però ben chiaro che tutti devono concedere qualcosa". La federalizzazione potrebbe essere "la chiave migliore di soluzione della situazione". In questi mesi "la questione ucraina è stata gestita molto male da Ue e Usa"
Venerdì 29/08
JIHADISTI ITALIANI
"Decisioni individuali
ma nelle moschee
circola il radicalismo"
Il professor Paolo Branca è tra i maggiori esperti di Islam: "La cosa preoccupante è il brodo di coltura in cui questi casi estremi possono attecchire. È innegabile che nei gruppi organizzati islamici si risentano molto le tensioni dei paesi di origine". E ancora: "Una situazione trascurata per decenni da parte sia delle istituzioni italiane sia dei musulmani organizzati"
Venerdì 29/08
FESTIVAL DI VENEZIA
Grande è l'attesa:
ci sarà il colpo di reni
del cinema italiano?
È piaciuto al pubblico e ai critici il film americano che ha aperto la 71ª edizione della rassegna: "Birdman" del regista argentino Alejandro Gonzalez Innaritu. Ma l'Italia fa sul serio con "Il giovane favoloso" di Mario Martone, "Anime nere" di Francesco Munzi e "Hungry Hearts" di Saverio Costanzo. Non mancheranno le polemiche per le pellicole di Abel Ferrera e Sabina Guzzanti
Venerdì 29/08
I BIMBI AL MEETING DI RIMINI
Con 250 palloncini
riempiono il cielo
di preghiere per la pace
Oggi a 250 bambini, in rappresentanza di tutti quelli che hanno vissuto le giornate del Meeting, saranno consegnati altrettanti palloncini sui quali verranno attaccati i biglietti di pace scritti e poi tradotti in arabo e inglese. Ogni bambino poi lascerà volare al cielo il suo, dalla propria casa, dal giardino, dal parco, dalla spiaggia o dal luogo che più preferisce
Giovedì 28/08
VIETARE L'ELEMOSINA?
Le monetine
dello scandalo
Il 21 agosto il sindaco di Padova, Massimo Bitonci, pareva non avere dubbi. Un annuncio a prima vista di quelli "senza se e senza ma". "A settembre - citiamo dai quotidiani locali - farò approvare in consiglio comunale una riforma del regolamento di polizia urbana, inserendo il divieto di accattonaggio". Poi una serie di precisazioni. Ora bisogna attendere le decisioni del Consiglio
Giovedì 28/08
MINORANZE PERSEGUITATE
Non solo yazidi
Anche turcomanni
shabak e mandee
I fondamentalisti dello Stato islamico non tollerano altri gruppo religiosi (a partire dai cristiani) e per questo hanno intrapreso una vera e propria pulizia etnica. Stupri, rapimenti, sgozzamenti ed esecuzioni sommarie, unite a saccheggi e profanazioni di luoghi di preghiera e di culto, sono all’ordine del giorno e hanno spinto alla fuga centinaia di migliaia di persone
Giovedì 28/08
EUROPA E MIGRAZIONI
Con Frontex Plus
un percorso virtuoso
Frontiere (nazionali) e identità (europea), responsabilità (verso i cittadini Ue e verso chi cerca, da profugo, una vita dignitosa) e solidarietà (risposte comuni a problemi comuni), visione politica e progetti fattibili: è questa la via maestra per affrontare l’intera e vasta gamma delle sfide che l’Europa ha di fronte, migrazioni comprese
Giovedì 28/08
BILANCIO IN POSITIVO
"La Gmg e il Mundial
vissuti dal mio Brasile
nella fratellanza"
Dom Orani Joao Tempesta, arcivescovo di Rio de Janeiro, rilegge i giorni importanti vissuti dal suo Paese: "È difficile prevedere il futuro, ma sappiamo che viviamo in un mondo in trasformazione. Spetta a noi seguire Cristo e accompagnare il popolo ai pascoli di Dio. Stiamo vivendo l’Anno della Carità nell’arcidiocesi di Rio. Siamo nel pieno della campagna di raccolta di prodotti alimentari per Haiti"
Giovedì 28/08
SESSO & MATRIMONIO
Erica Jong si pente?
Ma mi faccia il piacere...
L’autrice di "Paura di volare", a 72 anni suonati, riconosce di aver detto "cose terribili" sul matrimonio, "ma ero giovane e cinica". Non sarà solo un altro modo per far parlare ancora di sé facendo la contro-contro-rivoluzionaria? Il dubbio è lecito leggendo diverse altre interviste rilasciate dalla scrittrice a riviste "liberal" statunitensi: i toni sono molto diversi. E poi annuncia il lancio di "Paura di morire"
Mercoledì 27/08
UNA PAGINA NUOVA
La sorpresa in Internet:
i giovani cinesi cercano
le parole "Dio" e "Gesù"
È solo uno dei segni del profondo cambiamento in atto nel gigante asiatico che è nel cuore di Papa Francesco. Una novità è certamente costituita dalla decisione assunta dal governo di Pechino di costruire una "teologia cristiana cinese, adatta alla condizione nazionale cinese e che si integri alla sua cultura". La speranza di "un dialogo fraterno" nel solco tracciato da Matteo Ricci
Mercoledì 27/08
RITRATTO DI UN VINCENTE
Il mestiere di coach
nel segno
del bene comune
Alla scoperta di Mauro Berruto, commissario tecnico della Nazionale di Volley, alla vigilia del Mondiale in Polonia: "Le mie radici sono cattoliche; da ragazzino ho trascorso le giornate nell’oratorio di Borgo San Paolo della mia città. Lì ho svolto il servizio civile, ero responsabile del centro di accoglienza immigrati della Caritas, lì ho cominciato ad allenare. Se sono l’uomo che sono, lo devo a quelle esperienze"
Mercoledì 27/08
LO CHOC MANCATO
Il peso del petrolio
nelle guerre calde
Il quadro geopolitico complessivo è fortemente mutato, così come gli interessi in gioco, ma la conquista del controllo dell’oro nero non è certamente indifferente per le sorti del Califfato. La sua scommessa ideologica si gioca sul far considerare come ugualmente "legittimi" valori come quelli della Dichiarazione dei diritti dell’uomo e un’interpretazione aberrante della fede islamica
Mercoledì 27/08
SIMPOSI ROSMINIANI
Biologia e neuroscienza
si lascino interrogare
dalla realtà tutta intera
Padre Umberto Muratore, direttore del Centro internazionale di studi rosminiani di Stresa: "Ci sembra giusto iniziare un dialogo con le scienze che più fanno oggi scoperte. Scienze che stanno lambendo i campi di teologia e filosofia con implicazioni sul diritto, sull’etica, sui comportamenti". E ancora: "Cercheremo di difendere i valori umani più cari, che verranno ridetti in base alle scoperte"
Martedì 26/08
QUESTIONE DI PRIVACY
Foto sui "social"
parte dagli Usa
il "Baby blackout"
Cresce il numero dei genitori che decidono di non condividere le foto dei propri figli. Sta crescendo una nuova consapevolezza nei confronti dei minori che, una volta cresciuti, un giorno potrebbero non gradire la diffusione di immagini relative alla propria infanzia. Un dibattito pubblico che segna una svolta su un approccio relazionale spesso troppo superficiale
Martedì 26/08
CIVILI IN SOFFERENZA
Nell'est dell'Ucraina
già lo spettro
del generale inverno
Alle agenzie umanitarie non è consentito oltrepassare i "check point" per portare gli aiuti. In particolare a Luhansk e Donetsk la situazione umanitaria è drammatica. A Kiev riunioni di Caritas Europa, Germania e Stati Uniti. Due aree di aiuto: supporto ai rifugiati e sostegno ai profughi di Sloviansk per il rientro nelle abitazioni (verranno riparate le finestre in vista della stagione fredda)
Martedì 26/08
DIVIETI & POLEMICHE
"L’elemosina è un valore
ma dev’essere sottratta
a forme di sfruttamento"
Il sociologo Roberto Cipriani: "Aiutare le persone bisognose rientra senz’altro tra i doveri principali prescritti dalle religioni, anche come forma esemplare, perché abitua a caricarsi delle necessità altrui". Sul caso del sindaco di Padova: "Un messaggio in chiave politica che fa l’occhiolino alla propensione quasi istintuale a risolvere drasticamente le questioni complesse"
Martedì 26/08
UN VERTICE A ROMA
"Terza guerra mondiale"
l’impegno Caritas
per i popoli martoriati
Convocata da Caritas internationalis una riunione d’urgenza sull’emergenza in Medio Oriente, in via straordinaria, dal 15 al 17 settembre a Roma. Vi parteciperanno tutte le Caritas coinvolte in quella che Papa Francesco chiama "la Terza guerra mondiale. Ma fatta a pezzi, a capitoli". Già impegnati 6 milioni di euro per aiuti umanitari, ma le necessità continuano drammaticamente a crescere
Martedì 26/08
LA SCUOLA CAMBIA ANCORA
"Ecco la rivoluzione
che io prof vorrei"
Innanzitutto il criterio di valutazione del docente, in base, ad esempio alla sua preparazione, che può essere testimoniata non solo da frequenze di corsi o da ore di permanenza nell’edificio scolastico, ma da pubblicazioni, partecipazioni a convegni come relatore e da riconoscimenti vari. Ma soprattutto il riconoscimento della centralità del ruolo del docente, messa in questi decenni a dura prova
Lunedì 25/08
LO SCOSSONE FRANCESE
L'Europa è avvertita
Ora muoversi insieme
Il tema della crescita torna puntuale: come rilanciare produzione, lavoro e redditi nel Vecchio continente? Sposando il dogma rigorista di Berlino oppure prendendo la strada della flessibilità dei bilanci pubblici, per alimentare gli investimenti e l'occupazione? Il Consiglio Ue del 30 agosto e quello di ottobre (nomine politiche, azione economica) potrebbero dare qualche risposta
Lunedì 25/08
GIORNATA DELLA PACE 2015
Schiavitù abolita
ma solo nei trattati
"Non più schiavi, ma fratelli" è il tema scelto da Papa Francesco che considera lo schiavismo come "una piaga gravissima nella carne di Cristo!". Casi gravissimi a diverse latitudini: i lavoratori vincolati in India, Pakistan, Bangladesh e Nepal; gli "haratin" in Mauritania; gli schiavi bellici dell’Eritrea. E l’elenco, purtroppo, non finisce qui
Lunedì 25/08
AFRICA OCCIDENTALE
Nel contrasto a Ebola
mobilitate le Ong
e i leader religiosi
"Ospedali e capacità diagnostiche sono stati sopraffatti" dall’emergenza, secondo l’Oms. Diventano ancora più preziosi gli sforzi per garantire trattamenti immediati in grado di frenare il contagio. Fondamentale la sensibilizzazione delle comunità nelle quali è radicato il pregiudizio. La testimonianza di Giovanni Putoto, responsabile della programmazione di Medici con l’Africa Cuamm
Lunedì 25/08
CRISI & FISCALITÀ
Lo choc del mattone
ha impaurito gli italiani
Non tradisce mai, si diceva. Un tetto sopra la testa è una garanzia; comunque si può vendere o affittare, mal che vada. E invece è arrivato il crollo del mercato immobiliare - stiamo parlando di 20-30 punti percentuali in meno in pochi anni - con la conseguente difficoltà ad alienare. Il colpo di grazia dall’inasprimento della tassazione immobiliare confuso, pesante e a volte esagerato
Lunedì 25/08
REPORTAGE DALLE COREE
Trentottesimo parallelo
Dove si respira
la Guerra Fredda
Una striscia di terra desolata, lunga circa 250 chilometri e larga quattro, apparentemente disabitata. In realtà, si tratta dell'area più popolata di militari del globo, completamente disseminata di mine. Qui si percepisce lo "stato di sospensione temporanea di guerra" in cui vive la penisola. Lo dimostrano le torrette lungo la strada che da Seoul porta al Nord: controllano il fiume Bukhan
Lunedì 25/08
PAPA FRANCESCO DIXIT
La preghiera
e la geopolitica
È la forma fondamentale di presenza della Chiesa e dei cattolici in questo mondo così complicato e la base su cui costruire quella interlocuzione serena, aperta e decisa che oggi è per tutti una risorsa e per cui il Papa si spende senza riserva




Come Abbonarsi ?


Note e commenti
Photonotizie
Infografiche
Ultima Settimana
Commento al Vangelo