Servizio Informazione Religiosa
 Home Page 
 Prima Pagina 
 Prima Pagina 
Prima Pagina
 
Venerdì 28 Dicembre 2012
FIGLI CON UN SOLO GENITORE
Non è la stessa cosa
In Italia 2.400.000 bambini crescono senza padre e 400.000 senza madre

Francesco Belletti, presidente del Forum delle associazioni familiari (www.forumfamiglie.org), commenta al Sir il fenomeno dell’aumento del numero dei figli cresciuti da un solo genitore: negli Stati Uniti, secondo i dati raccolti dal Census Bureau e dall’American Community Survey, 15 milioni di bambini, addirittura uno su tre, cresce senza il padre e altri 5 milioni senza la madre. In Gran Bretagna, invece, avere un padre risulta nella top 10 dei regali chiesti a Babbo Natale: un dato che fa pensare. Anche in Italia sono oltre 2 milioni e 800 mila i bambini inseriti in famiglie monogenitoriali: 2 milioni e 400 mila circa vivono senza padre e altri 400 mila senza madre.

Quanto incide sulla vita di un bambino vivere con un solo genitore?
“Nell’educazione di un bambino sin dall’origine la differenza sessuale dei genitori è fondamentale, soprattutto essere genitori in coppia da padri e madri è un dato molto importante. Nell’alleanza di coppia si origina la cura per i bambini. Il dato di una crescente presenza di bambini costretti a vivere senza uno dei genitori deve allarmarci: può anche sembrare un dato di maggiore libertà e di possibilità di scelta per gli adulti, ma il bene dei bambini andrebbe messo al primo posto. Questo chiama a una maggiore responsabilità nel progetto di coppia, nell’impegno per sempre, tutti valori che attorno alla parola matrimonio un tempo trovavano una custodia anche sociale. È un po’ la crisi del matrimonio che si porta dietro insieme causa ed effetto di questa grande difficoltà”.

Crescere con un solo genitori è un fenomeno figlio dei nostri tempi?
“Nei secoli precedenti i bambini spesso sono stati orfani, ma per assenze traumatiche, perché le madri morivano molto più frequentemente per il parto e gli uomini morivano molto più giovani. Non è assolutamente nuova la situazione di essere senza genitori, la letteratura è piena di queste situazioni, ma segnalava anche l’impoverimento di questi bambini senza genitori. La società contemporanea, invece, vorrebbe raccontare che stare con un solo genitore è la stessa cosa che avere entrambi i genitori, stabili, fissi, sempre presenti e accessibili per il bambino. Ma non è vero: la stabilità della coppia è la prima risorsa per il benessere del bambino”.

L’aumento dei figli con un solo genitore dipende dall’incapacità di prendere un impegno per sempre come coppia?
“Da un lato, c’è questa illusione del fare famiglia senza matrimonio, del diventare genitori senza un vincolo, una stabilità e senza una forte alleanza tra genitori e comunità sociale. In passato l’assistenza e la cura dei figli era sia dei genitori sia della società nel suo complesso e il matrimonio era il luogo di quell’alleanza esplicita. Oggi i genitori sono abbandonati e questo è un cambiamento che impoverisce le famiglie, gli adulti e anche i bambini. Dall’altro lato, bisogna leggere diversamente questi dati. In molti casi di bambini che vivono solo con le madri o solo con i padri c’è il tentativo della coppia di restare genitori nonostante la separazione. Questa è una fatica che va guardata con grande simpatia e attenzione da parte della società, perché ormai le separazioni avvengono anche in Italia e bisogna aiutare padri e madri a restare genitori dei propri figli anche quando non si vive più nella stessa casa. Sicuramente la qualità di questa genitorialità a distanza dipende molto dal grado di conflittualità dei genitori. Credo che in Italia questa co-genitorialità a distanza sia più presente che negli Stati Uniti, dove ci sono moltissimi casi di gravidanze di adolescenti con un’oggettiva perdita assoluta di uno dei genitori. In Italia c’è questo nuovo laboratorio che dovrebbe essere assistito e accompagnato un po’ di più per non lasciare da soli i genitori”.

Per un bambino crescere con un solo genitore crea problemi affettivi e anche economici?
“La separazione è un grande stress dal punto di vista delle relazioni, dell’identità, del progetto di vita e anche dal punto di vista della situazione economica, perché è un oggettivo impoverimento di entrambi i genitori, ovunque stiano i figli. Per i bambini viene a mancare la quotidianità, la presenza, il tempo passato insieme. Questo tema ci ricorda la grande responsabilità dei genitori nei confronti dei figli, del dare un pezzo di vita per loro. A causa della crisi, poi, anche in Italia c’è il fenomeno della mobilità lavorativa, per cui è sempre più frequente che un genitore si allontani dal luogo dove vive la famiglia. Questo fenomeno negli Stati Uniti è molto più drammatico: quando una coppia separata si trova a mille chilometri di distanza l’accesso al figlio è praticamente impossibile. Al di là di una cattiva retorica che dice che basta separarsi civilmente perché ai bambini non succeda niente, bisognerebbe riaffermare che la separazione è una ferita per i partner ed è tanto più una ferita per i bambini. Le ferite si possono curare, si può continuare a vivere, ma non si può dire che il dolore non esiste. Forse è questo il messaggio che i dati ci dovrebbero costringere ad accogliere con più forza: la separazione è un fattore dannoso”.




Tutti gli altri articoli della settimana

Mercoledì 30/07
LA DISTRUZIONE DEI MONUMENTI
Il Tempio "invisibile"
una lezione per l’oggi
Cancellare i grandi simboli religiosi (in Medio Oriente soprattutto) significa riportarli in quella dimensione immateriale che, grazie alla Rete, li rende davvero universali, "patrimonio dell’umanità". Rimane, certo, il simbolo dei simboli, la Spianata delle Moschee dove oggi è sempre più difficile salire. Lì c’era il Tempio degli Ebrei, distrutto 1944 anni fa da Tito
Mercoledì 30/07
DOPO LA SENTENZA SULL’ETEROLOGA
Procreazione assistita
Il dovere di regolare
Dopo le profonde modifiche subite dalla Legge 40 a causa delle sentenze della Consulta, occorrono punti fermi su questioni cruciali: l’anonimato del donatore, il numero di donazioni possibili, la gestione delle differenze tra le diverse "forme" della genitorialità, l’organizzazione delle varie banche dati, le procedure, la gestione dei possibili conflitti tra le diverse "maternità" che entrano in gioco...
Mercoledì 30/07
ELETTO UN IMPRENDITORE
L’Indonesia volta pagina
Primo presidente
senza legami col regime
Joko Widodo non è neppure un politico di professione. Apertura di credito da parte dei vescovi che sperano possa prendersi cura delle fasce più povere della popolazione. Appena eletto, il neo presidente ha ringraziato la Chiesa cattolica per il suo ruolo di stimolo alla partecipazione attiva e democratica dei cittadini
Martedì 29/07
IN LIBIA SI COMBATTE
A Tripoli si organizza
l'evacuazione
di civili occidentali
Anche molti cristiani stanno abbandonando la città. Per ragioni di sicurezza quattro suore sono rientrate in Spagna e Filippine. La testimonianza di un religioso: "Noi restiamo perché ci sono altri cristiani: la comunità indiana, quella degli africani, i filippini, e non è giusto lasciarli soli in questo momento difficile"
Martedì 29/07
UN'ALTRA PAGINA DI GUERRA
Gaza, colpita
la parrocchia
Tutti illesi, ma...
Questa mattina, a Zaitun, aerei israeliani hanno colpito e distrutto l'abitazione delle Suore del Verbo incarnato, situata all'interno del "compound" della parrocchia cattolica della Sacra Famiglia. Risparmiate la chiesa e la casa parrocchiale. Tutti i 50 ospiti, fra i quali anziani e bambini disabili, non hanno subito danni. Impossibile fuggire: per loro è l’unico ricovero disponibile
Martedì 29/07
ANCHE NELLA CHIESA
Una questione
di ''governance''
Ma sempre esercitata all'interno di una serena dialettica ecclesiale, nel solco del binomio ''riforma e purificazione''. Una rilettura di Gaetano Dammacco alla luce anche del pontificato di Francesco con le sue profonde innovazioni. A partire dal forte impulso ai processi sinodali
Martedì 29/07
TERZO SETTORE
Volontari affidabili
Ma con le banche
fanno ancora fatica
Da una ricerca emerge che l'81,5% delle organizzazioni ha chiuso l'ultimo esercizio in pareggio o in leggero utile. Solo il 2% ha difficoltà a pagare i debiti o a riscuotere i crediti verso privati (2,6%). Al sistema bancario si chiede: contenimento dei costi dei conti correnti, disponibilità maggiore a considerare i progetti, accesso al credito più favorevole e strumenti finanziari mirati
Martedì 29/07
DA REGGIO A REGGIO
La marcia di Mpaliza
per il Congo insanguinato
dalla guerra dei minerali
Per tutti Peace Walking Man, John Mpaliza è partito il 20 luglio scorso a piedi da Reggio Emilia. Percorrerà l'Italia fino a Reggio Calabria per raccontare il dramma dell'est della Repubblica Democratica del Congo. Da qui provengono minerali come lo stagno e il coltan contenuti nei nostri smartphone. Minerali insanguinati per i quali sarebbe necessaria una legge per la tracciabilità
Martedì 29/07
UN QUESITO FRA AMICI
''Al nostro posto
ricorreresti
all'eterologa?''
Cari amici sposi, in tutta sincerità credo di no, non ricorrerei all'eterologa, che per varie ragioni giudico inadeguata all'altezza della dignità del vostro amore e di quella del bimbo che verrebbe all'esistenza. L'amore sponsale autentico è capace di trovare molti modi per esprimersi e lasciare traccia di sé, anche oltre la possibilità di generare un figlio
Lunedì 28/07
BIOETICA E NON SOLO
Il cardinale Tonini
aveva visto giusto
Oggi, a un anno esatto dalla sua morte risuonano nella mente le sue parole così ferme, così decise, così perentorie. Si deve scegliere da che parte stare, altrimenti non ci saranno più limiti per la scienza. Si deciderà come si vorranno i figli... in laboratorio. Sembrava fantascienza. Sembravano fantasticherie di un porporato ossessionato dai timori di chi avanza con l’età. E invece...
Lunedì 28/07
DIRITTI NEGATI
Giordania, aumentano
le spose bambine
nei campi profughi
A causa della guerra in Siria, un numero sempre maggiore di minorenni sono costrette a sposarsi contro la propria volontà. Prima della guerra solo il 13% dei matrimoni coinvolgeva minorenni. Percentuale salita al 18% nel 2012, mentre nel 2013 sarebbe del 25%, un matrimonio su quattro. Così i genitori sperano di alleviare le difficoltà economiche, ma mandano le bambine incontro alle violenze
Lunedì 28/07
FEDERGAT IN CAMPO
''Mi racconti una favola?''
Laboratorio teatrale
di tutti i mondi possibili
La narrazione assume forma teatrale. E gli attori in scena (80 fra ragazzi, giovani e qualche adulto) finiscono col raccontare (anche) se stessi. È un percorso spirituale oltre che teatrale quello realizzato dalla proposta formativa Federgat, quest'anno alla sua dodicesima edizione, che si è conclusa tra gli applausi con il saggio finale di venerdì 25 luglio
Lunedì 28/07
L'ITALIA DELLE RIFORME
Autoritarismo no
Sano equilibrio sì
Tutto si tiene nella delicata architettura costituzionale e il vero rischio non è tanto del riproporsi della deriva mussoliniana, che qualcuno oggi denuncia strumentalmente, ma il caos impotente di velleitarismi vari. La vera questione sul tappeto è la combinazione tra riforma costituzionale e legge elettorale
Lunedì 28/07
LIBIA IN BILICO
Qaedisti in azione
Ora i cristiani
fuggono da Bengasi
La comunità cattolica, impegnata soprattutto negli ospedali, subisce il clima d’insicurezza. Un lavoratore filippino è stato decapitato. Per ragioni di sicurezza sono state rimpatriate nel fine settimana tutte le suore. Padre Amado Baranquel, francescano di nazionalità filippina, è rimasto in città: spera nell’azione del prossimo governo contro gli estremisti e di ottenere pace e libertà di movimento
Lunedì 28/07
LE CROCIFISSIONI
Martiri tutti insieme
cristiani e musulmani
Il vilipendio della Croce diventa segno di comunione nell'orrore. Lo dimostra il docente universitario, musulmano, che ha affrontato la morte ma non si è scagliato contro i cristiani. La persecuzione in atto, non si fermerà: ora tocca a noi, cristiani, poi ai musulmani che non si adegueranno, poi toccherà agli ebrei




Come Abbonarsi ?


Note e commenti
Photonotizie
Infografiche
Ultima Settimana
Commento al Vangelo