FocusEuropa
21-02-2019
L’Ue? “È come un’assicurazione per i cittadini e per gli Stati europei, specialmente adesso, in un mondo globalizzato, con sfide enormi di fronte alle quali ciascun Paese, da solo, non avrebbe voce in capitolo”. David-Maria Sassoli, giornalista, volto televisivo noto al pubblico italiano, è stato direttore del Tg1. Nel 2009, dieci anni fa, è stato eletto europarlamentare nelle fila del Partito democratico. Oggi è vicepresidente dell’Assemblea di Strasburgo, ruolo che gli consente un osservatorio privilegiato sulla politica internazionale. Europeista convinto, analizza per il Sir lo scenario attuale in vista delle elezioni del 26 maggio. Brexit imminente, forti venti nazionalisti, elezioni...
20-02-2019
Si attenua il flusso migratorio dall’Africa e dal Medio oriente verso l’Europa. L’esito può essere ricondotto agli accordi, molto discussi, con la Libia (dove la situazione dei campi di accoglienza dei migranti è tutt’altro che vivibile, e in cui violenze e maltrattamenti vengono continuamente denunciati da osservatori internazionali e ong) e a quelli, ancor più problematici, con la Turchia. Si fanno più stretti i canali migratori dall’Africa interna. Si attenua la pressione che fino a qualche mese fa arrivava dalla situazione in Siria... Eppure anche lo scorso anno 150mila persone hanno attraversato il Mediterraneo lungo le tre “classiche” rotte (Mediterraneo...
18-02-2019
Un Parlamento europeo più frammentato, senza maggioranze precostituite, con una presenza sovranista ed euroscettica accresciuta ma pur sempre minoritaria. È il volto dell’Assemblea Ue che emerge dalle prime proiezioni del voto di maggio, rese note lunedì 18 febbraio a Bruxelles dal servizio stampa dell’istituzione Ue. Le proiezioni dei seggi sono basate su sondaggi nazionali realizzati entro il 6 febbraio da istituti specializzati e ritenuti “affidabili”, raccolti e rielaborati dall’agenzia Kantar per conto dell’Euroassemblea. I dati riguardano tutta l’Ue, suddivisi Paese per Paese e sono pubblicati in un documento di 160 pagine in inglese. Il Parlamento pubblicherà proiezioni aggiornate ogni due...
15-02-2019
Dopo un lunghissimo tira-e-molla, dibattiti politici, iter legislativi, fortissime pressioni lobbistiche, è stato finalmente raggiunto l’accordo tra Parlamento, Commissione e Consiglio sulle nuove regole del copyright per internet. “Garantiranno che i diritti e gli obblighi delle norme sul copyright si applichino anche alle piattaforme digitali”, spiega una nota del Parlamento. Artisti e giornalisti potranno essere ricompensati “se il loro materiale viene usato sulle piattaforme, come spetterà ai giornalisti una percentuale delle entrate relative al copyright ricavate dalla loro casa editrice su internet”. Materiali, come meme o gif, potranno essere condivisi liberamente, come anche liberi saranno i collegamenti ipertestuali ad articoli,...
14-02-2019
Un invito, forte, convinto e deciso, a sostenere il processo di integrazione europea anche attraverso l’importante momento elettorale del 23-26 maggio. Con un messaggio della Comece, la Commissione degli episcopati della Comunità europea, i cristiani sono interpellati per la costruzione di un bene comune che vada al di là degli interessi particolari e nazionali. “Rivolgiamo un appello a tutti i cittadini, giovani e anziani, perché votino e si impegnino durante il periodo pre-elettorale e alle elezioni europee”. Il messaggio arriva a 100 giorni dal voto per il rinnovo del Parlamento europeo ed è intitolato “Ricostruire comunità in Europa” (“Rebuilding community...
13-02-2019
A cento giorni dal voto per il rinnovo dell’Europarlamento si scalda il dibattito politico nei 27 Paesi dell’Unione e, al contempo, prende avvio la campagna istituzionale per invitare i cittadini alle urne. Con un’accresciuta attenzione politica e mediatica – non sempre benevola – verso l’Ue, qualche analista azzarda che, questa volta, l’affluenza ai seggi potrebbe avere segnali di ripresa dopo che dal 1979 ad oggi era andata progressivamente calando (dal 62% al 43% del 2014; in Italia 57%). In questi 40 anni il Parlamento europeo è stato eletto a suffragio universale: e fra il 23 e il 26 maggio prossimi...
12-02-2019
“Se vogliamo che l’Europa rimanga il nostro futuro comune, è il momento di far seguire alle parole i fatti, avviando insieme un percorso per una nuova Europa, un’Europa del popolo, più solidale, più inclusiva, più equa, in definitiva più democratica. L’unica in cui i cittadini di oggi e di domani meritano di vivere”. Il “popolo”, parola citata 13 volte, è il fulcro del discorso del premier italiano Giuseppe Conte nell’emiciclo del Parlamento europeo. Invitato dall’Assemblea di Strasburgo a svolgere, martedì 12 febbraio, un dibattito sul futuro dell’Europa, il presidente del Consiglio ha denunciato ritardi e “malanni” della costruzione europea, provando...
11-02-2019
Cento giorni alle elezioni europee: le più attese, discusse, contrastate elezioni del Parlamento europeo da quando nel 1979, giusto 40 anni fa, l’Assemblea comunitaria fu eletta per la prima volta a suffragio universale. Cento giorni a contare dal 13 febbraio, per arrivare al 23 maggio, quando saranno i cittadini olandesi ad aprire le danze del voto europeo che, come da tradizione, si spalmerà su quattro giorni. Dopo i Paesi Bassi, sarà la volta del voto in Irlanda (24 maggio) e Repubblica Ceca (24 e 25 maggio), quindi in Lettonia, a Malta e in Slovacchia (25 maggio). Il ciclo elettorale si...
08-02-2019
Un’Europa democratica e partecipativa; un’Europa solidale e accogliente. Un’Europa del valore umano del lavoro e del lavoro per tutti; un’Europa della promozione della cultura, della scienza e dell’arte. Un’Europa dello sviluppo sostenibile e dell’economia integrale; un’Europa del Terzo settore e dell’associazionismo e della gratuità. Sei auspici e altrettante raccomandazioni. I primi nei confronti “dell’Europa che vogliamo”; le seconde rivolte “a noi stessi e alla società italiana”. Sono i contenuti del documento “I 6 punti dell’Europa che vogliamo”, presentato oggi a Roma da Retinopera, realtà composta da 20 organizzazioni del mondo cattolico italiano che collaborano per dare concretezza ai principi della...
07-02-2019
L’economia europea rallenta anche se “i fondamentali sono sani”. L’occupazione cresce – e questo è ovviamente un buon segnale – ma si registrano “incertezze sullo scenario mondiale” che potrebbero incidere negativamente sulle performance nazionali e sul mercato interno. Tutto questo in un’Europa a più velocità: i Paesi dell’est corrono, l’Europa centrale (Germania e Francia) camminano, l’Italia arranca, ultima in classifica per quanto riguarda il Pil. Sono le indicazioni che emergono dalle Previsioni intermedie della Commissione rese note da Pierre Moscovici, commissario agli affari economici. Riviste le stime. L’economia Ue “dovrebbe crescere per il settimo anno consecutivo nel 2019, con previsioni...